17/09/04  - Epatite b - Malattie infettive

17 settembre 2004

Epatite b





Domanda del 17 settembre 2004

Domanda: Epatite b


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 17 settembre 2004.

A seguito di esami del sangue per avere bambini, nel 1991 sono risultato positivo all'epatite b, quindi mia moglie ha dovuto eseguire la vaccinazione prima di restare in cinta. Posso io ammalarmi nuovamente di epatite b? Avere una ricaduta, anche se non mi sono mai accorto di quando e come ho contratto la malattia?
Risposta del 20 settembre 2004

Risposta di DOMENICO FERDINANDO FILOMIA


Se lei è guarito dalla malattia e pertanto ha sviluppato anticorpi protettivi contro il virus dell' Epatite "B" allora non potrà avere una ricaduta di Epatite virale di tipo "B".
Cordiali saluti.


Dott. Domenico Ferdinando Filomia
Medico Ospedaliero
CASTROVILLARI (CS)



Il profilo di DOMENICO FERDINANDO FILOMIA
Risposta del 22 settembre 2004

Risposta di LUCIANO PAGLIARI


Deve chiedere al Medico curante di diagnosticare, attraverso gli esami del sangue, lo "stadio" della sua Epatite B: se Epatite cronica o se Epatite cronica attiva. Sulla base dell'esatta diagnosi potrà concoscere l'evoluzione della pregressa patologia.

Prof. Luciano Pagliari
Medico Ospedaliero
ROMA (RM)



Il profilo di LUCIANO PAGLIARI
Risposta del 22 settembre 2004

Risposta di FRANCESCO SAVERIO SERINO


Se lei è risultato affetto da Epatite HBV correlata, le preciso che:

Se lei è stato affetto da Epatite acuta da virus B , la percentuale di guarigione è abbastanza alta, identificata come negativizzazione degli antigeni del virus B e comparsa degli anticorpi protettivi ( sieroconversione)
Se lei è affetto da Epatite cronica da virus B o portatore di HBsAg allora deve periodicamente controllarsi presso un centro specialistico, per effettuare esami di laboratorio specifici che permettano di monitorare nel tempo la sua patologia.

Dott. Saverio Francesco serino
Universitario
CATANZARO (CZ)



Il profilo di FRANCESCO SAVERIO SERINO
Risposta del 24 settembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI



Per comprendere la sua reale situazione sarebbe stato meglio se avesse incluso nel Suo quesito i risultati di laboratorio. Se quella che definisce "positività all' Epatite B" è il riscontro di una positività dei soli anticorpi può essersi anche trattato di un semplice pregresso contatto col virus senza sviluppo di malattia (attenzione, però, perchè Lei potrebbe anche essere un "portatore sano" del virus con una presenza in circolo dello stesso a dosi talmente basse che gli esami di cui disponiamo non sono sufficientemente sensibili da rilevarla).
Dunque bene hanno fatto, in ogni caso i Colleghi che hanno suggerito a Sua moglie di sottoporsi a vaccinazione). Se la positività riguarda invece la presenza del virus allora, escludendo un' Epatite B in forma cronica (che credo non abbia altrimenti si preoccuperebbe più di come guarire che non del rischio di ammalare nuovamente) in assenza di sintomi e di valori di laboratorio alterati Lei è solo un portatore sano del virus e da questo virus è protetto dai Suoi efficaci sistemi di difesa. Occhio sempre, però, alle precauzioni perchè virus capaci di dare epatiti ne esistono molti altri.


Dott.Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)




Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Risposta del 24 settembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI



Per comprendere la sua reale situazione sarebbe stato meglio se avesse incluso nel Suo quesito i risultati di laboratorio. Se quella che definisce "positività all' Epatite B" è il riscontro di una positività dei soli anticorpi può essersi anche trattato di un semplice pregresso contatto col virus senza sviluppo di malattia (attenzione, però, perchè Lei potrebbe anche essere un "portatore sano" del virus con una presenza in circolo dello stesso a dosi talmente basse che gli esami di cui disponiamo non sono sufficientemente sensibili da rilevarla. Dunque bene hanno fatto, in ogni caso i Colleghi che hanno suggerito a Sua moglie di sottoporsi a vaccinazione). Se la positività riguarda invece la presenza del virus allora, escludendo un' Epatite B in forma cronica (che credo non abbia altrimenti si preoccuperebbe più di come guarire che non del rischio di ammalare nuovamente) in assenza di sintomi e di valori di laboratorio alterati Lei è solo un portatore sano del virus e da questo virus è protetto dai Suoi efficaci sistemi di difesa. Occhio sempre, però, alle precauzioni perchè virus capaci di dare epatiti neesistono molti altri.


Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti