26/10/04  - Epatite b: vaccino - Malattie infettive

26 ottobre 2004

Epatite b: vaccino





Domanda del 26 ottobre 2004

Domanda: Epatite b: vaccino


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 26 ottobre 2004.

per poter fare il vaccino è necessario sapere se si è contratti il virus? che succede se si fa il vaccino in soggetti che hanno contratto il virus? grazie
Risposta del 29 ottobre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Non succede nulla di particolare, è semplicemente inutile perchè chi è entrato in contatto col virus ha già prodotto gli anticorpi che si producono con la vaccinazione.

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Risposta del 29 ottobre 2004

Risposta di MARCO POZZI


La sospensione dello screening prevaccinale per l' Epatite B è dovuta al rapporto costo/beneficio.
Mentre all'inizio della vaccinazione, epoca in cui erano a disposizione solo i vaccini estrattivi (ovvero provenienti da sangue di portatori) ad elevato costo e scarsa disponibilità, si effettuava lo screening per verificare se un soggetto aveva avuto in precedenza contatti con l'HBV o no (ed in tal caso verificare se era presente o uno stato di infezione in atto o uno stato di infezione risolta con residua immunità e pertanto non necessità di vaccinazione). Venivano vaccinati in tal caso solo i soggetti non protetti contro l' Epatite e "a rischio" ovvero conviventi di portatori o persone che svolgevano professioni particolari o comunque a rischio.
Con l'arrivo dei nuovi vaccini sintetici a costi notevolmente inferiori e elevata disponibilità è stato giustamente deciso di rendere obbligatoria la vaccinazione per tutti i neonati e per i 12enni (in modo da creare in futuro una popolazione immune da Epatite B), oltre a vaccinare sempre le categorie a maggior rischio (e tra queste anche i viaggiatori in zone ad elevata endemia). I costi dello screening prevaccinale però sono diventati eccessivamente elevati e non giustificati essendo la vaccinazione del tutto innoqua se effettuata in soggetto portatore di HBV o già immune.
L'unico inconveniente di tale scelta è quello di non diagnosticare un eventuale stato di portatore asintomatico.

Dott. Marco Pozzi
Medico Ospedaliero
FIRENZE (FI)



Il profilo di MARCO POZZI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti