15/01/16  - Epatite c - Malattie infettive

15 gennaio 2016

Epatite c





Domanda del 15 gennaio 2016

Domanda: Epatite c


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 15 gennaio 2016.

Buongiorno! stamattina sono stata a fare un prelievo del sangue. L'infermiera era senza guanti e nel momento in cui sono entrata ha maneggiato delle provette buttandone una piena di sangue nel cestino dove vanno a finire gli aghi suppongo. Dopodiché mi ha tastato la vena, ha disinfettato ma dopo aver preso l'ago ha cercato di nuovo la vena con il dito perché non la vedeva più. Poi ha infilato l'ago. Mi spaventa il fatto che non avesse le mani lavate e avesse toccato provette e batuffoli con i quali ai pazienti precedenti aveva premuto sul buchetto del prelievo e poteva avere quindi le mani con residui di sangue. E il fatto che mi abbia toccato con il dito proprio prima di infilare l'ago mi lascia supporre che potrebbe essere finiti sulla mia pelle dei residui di sangue altrui che potrebbero essere entrati nel mio circolo sanguigno tramite l'ago. So che l'hiv resiste poco all'aria quindi tenderei ad escluderla mentre invece l'Epatite C resiste molto di più. . potrei aver rischiato in questo modo un'infezione da HCV?
Vi ringrazio tanto!
Risposta del 20 gennaio 2016

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Si tranquillizzi. L'infermiera ha toccato con il dito la sua pelle integra. Non c'è alcuna possibilità che un eventuale virus (molto eventuale) sia entrato nelle sue vene.




Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti