20/08/04  - Epatitec - Malattie infettive

20 agosto 2004

Epatitec




Domanda del 20 agosto 2004

Domanda


vorrei sapere se in una coppia l'uomo è infetto da Epatite c cronica con rna reattivo e la donna è sana,se la donna rimane incinta c'è possibilità che il bambino esca sano o no?
grazie
Risposta del 25 agosto 2004

Risposta di MARCO POZZI


Non è il padre a trasmettere l' Epatite C ad un figlio ma la madre, per cui se la madre è negativa per il virus C non ci sono problemi per un eventuale figlio.
Il problema che c'è è che il virus dell' Epatite C può essere trasmesso tramite i rapporti sessuali (anche se non sembra questa una modalità molto efficace, ma è pur tuttavia esistente): in caso di infezione della donna in corso di gravidanza è possibile che si infetti anche il feto (evento più probabile che nelle infezioni preesistenti da virus C della madre). Va segnalato che la trasmissione materno-fetale del virus C è possibile ma non molto frequente.

Dott. Marco Pozzi
Medico Ospedaliero
FIRENZE (FI)



Il profilo di MARCO POZZI
Risposta del 01 settembre 2004

Risposta di DOMENICO FERDINANDO FILOMIA


Il collega Pozzi è stato esauriente nell' esposizione, mi associo alle sue valutazioni.

Dott. Domenico Ferdinando Filomia
Medico Ospedaliero
CASTROVILLARI (CS)




Il profilo di DOMENICO FERDINANDO FILOMIA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Corretto uso degli antibiotici, anche uno spot
Malattie infettive
01 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Corretto uso degli antibiotici, anche uno spot
Combattere l’influenza con la dieta
Malattie infettive
24 gennaio 2018
Notizie e aggiornamenti
Combattere l’influenza con la dieta
L’influenza è alle porte, ma c’è ancora tempo per ricorrere al vaccino
Malattie infettive
18 dicembre 2017
Notizie e aggiornamenti
L’influenza è alle porte, ma c’è ancora tempo per ricorrere al vaccino