03/10/17  - Episodi di FAP in cuore sano. - Cuore circolazione e malattie del sangue

03 ottobre 2017

Episodi di FAP in cuore sano.




Domanda del 03 ottobre 2017

Domanda


Salve Dottore, ho una domanda che mi assilla e mi ha mandato in ansia e panico. Qualche episodio di FAP nel cuore sano( documentato tantissime volte) è destinato alla cronicizzazione? Sono un soggetto con stress emotivo cronico e somatizzazioni, ho 44 anni è il primo episodio è arrivato a circa 22 anni a seguito di stress e vita sregolata. Chi ha avuto qualche episodio, distanziati in anni, è destinato alla cronicizzazione? O sono episodi che possono non presentarsi più risolto il problema stress emotivo e vita sregolata? La ringrazio anticipatamente e attendo con ansia una risposta confortante. Saluti di Cuore, Pasquale.
Risposta del 04 ottobre 2017

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Le rispondo volentieri, ma non le posso dare una risposta precisa. Non esiste una vera "cronicizzazione della FAP", nel corso della vita possono capitarle altri episodi oppure no. E' impossibile prevederli.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Menopausa: vampate e apnee notturne vanno spesso a braccetto
Cuore circolazione e malattie del sangue
07 dicembre 2017
Notizie
Menopausa: vampate e apnee notturne vanno spesso a braccetto
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Cuore circolazione e malattie del sangue
22 novembre 2017
Notizie
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Il sesso non mette a rischio il cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
20 novembre 2017
Notizie
Il sesso non mette a rischio il cuore