02/04/13  - Ernia iatale? o altro? - Stomaco e intestino

02 aprile 2013

Ernia iatale? o altro?





Domanda del 02 aprile 2013

Domanda: Ernia iatale? o altro?


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 02 aprile 2013.

Buongiorno Dottore, ho un problema che ormai mi assilla da due anni e che non riesco a risolvere. .
Praticamente ho dolore al centro del petto, a volte bruciore che si estende a tutto l'addome. A volte mi sembra d'avere un buco nello stomaco e avverto dolori sotto la bocca dello stomaco lato sx attaccato all'ultima costola. Inoltre ho gonfiore alla pancia e feci sempre morbide. Il grave è che se mi piego schiacciando lo stomaco o faccio uno sforzo, (ad esempio non riesco più a giocare a tennis) sento un forte ronzio alle orecchie, si annebbia la vista fino al limite dello svenimento, poi mi riprendo ma accuso una forte spossatezza. Non bastasse alle volte dopo mangiato, anche a distanza di una ora ho tachicardia. Tutti i disturbi sopra descritti sono ciclici, sto bene per un mese o due e poi per due o tre settimane sono " a terra" ;. Assumo Peridon e trovo qualche miglioramento e delle volte una ventina di gocce di Valpinax. Mi hanno consigliato di bere molto. Ho effettuato i seguenti esami tutti con esito negativo: analisi del sangue di svariati parametri (più volte ), RX al torace, sangue occulto nelle feci (due volte ), ECG, ecodoppler, ecografia addominale completa (due volte ), clisma opaco con contrasto (due volte) perchè ho diverticoli al sigma e colon ma a distanza di tre anni (l'ultimo esame febbraio 2013) è tutto immutato sono grandi come chicchi di riso, assumo normix a bisogno mediamente due scatole ogni due/tre mesi, gastroscopia con biossia allo stomaco assenza di Helycobatter ma hanno trovato una ernia iattale. Mi hanno dato da assumere del Pantorc 40mg ma non è servito a nulla. Delle volte credo di avere qualche infezione intestinale. Ho effettuato prove allergiche a molti alimenti ma tutto negativo. Possibile non si riesca a venirne a capo di una patologia che credo possa essere non dico guarita ma almeno tenuta sotto controllo. Cosa ne pensa e soprattutto cosa mi consiglia? Grazie
Pierluigi
Risposta del 04 aprile 2013

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


I dolori che avverte in corrispondenza dello stomaco potrebbero essere causati da quell'Ernia iatale che è stata rilevata con la gastroscopia. La zona dell'ernia è un importante crocevia di nervi appartenenti al sistema neurovegetativo (nervo vago ). Una stimolazione di questo plesso nervoso può causare gli altri sintomi che accusa, compreso il senso di mancamento.




Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti