26/08/04  - Ernia inguinale tecnica chirurgica - Cuore circolazione e malattie del sangue

26 agosto 2004

Ernia inguinale tecnica chirurgica




Domanda del 26 agosto 2004

Domanda


Ho 42 anni e quasi due mesi fa, ho avvertito i primi sintomi dell'ernia ( ernia inguinale,alla mia destra)In sintonia con il mio medico di famiglia,ho deciso di operarmi.Nei prossimi giorni la visita con l'anestesista,presso l'ospedale di Pescia ( Provincia di Pistoia).I sintomi fino ad oggi,oltre la comparsa visibile,pesantezza all'intesticolo destro,e in alcune occasioni difficoltà nel camminare,tuttavia,nel complesso,senza grossi problemi riuscendo a sopportare. Desidero sapere,dal momento che in passato anche mio padre ,si è operato,una volta di ernia e anche mio fratello maggiore,è un fattore ereditario?Per cui quale tecnica chirurgica mi consiglia e in qualità di paziente posso richiederla? Inoltre le tecniche più diffuse,sono tecniche che qualunque ospedale può fare? L'ospedale di Pescia,è un piccolo presidio ospedaliero a me sembra efficente...ma ammetto di essere un perfetto neofita..Preciso che al di la delle mie domande sono perfettamente tranquillo e deciso ad operarmi... Grazie per un vostro e eventuale e gentile consiglio Piero Lorenzi Chiesina Uzzanese Pistoia
Risposta del 03 settembre 2004

Risposta di MIRCO SANTINI


L'ernia inguinale è costituita dalla protrusione degli organi endoaddominali (intestino, vescica, omento ecc) attraverso un orifizio della parete addominale. Attualmente la correzione chirurgica dell' ernia inguinale prevede il posizionamento di una protesi in materiale inerte che provvede a chiudere l'orifizio impedendo agli organi di fuoriuscire dall' addome. Questa tecnica non richiede l'utilizzo di punti di sutura riducendo di molto il dolore nell'immediato postoperatorio. L'intervento viene ormai pressochè eseguito in anestesia epidurale o locale. Non essita di ricovero ordinario ma viene eseguito in regime di day Surgery con il ritorno a domicilio del paziente il giorno stesso dell'intervento.

Dott. Mirco Santini
Medico Ospedaliero
FERRARA (FE)



Il profilo di MIRCO SANTINI
Risposta del 22 ottobre 2004

Risposta di ANDREA FAVARA


Tale intervento viene abitualmente eseguito con ottimi risultati presso tutti i reparti di chirurgia generale, credo quindi possa rivolgersi all' ospedale da lei indicato senza problemi.Auguri!

Dott. Andrea Favara
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
CANTU' (CO)



Il profilo di ANDREA FAVARA
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Menopausa: vampate e apnee notturne vanno spesso a braccetto
Cuore circolazione e malattie del sangue
07 dicembre 2017
Notizie
Menopausa: vampate e apnee notturne vanno spesso a braccetto
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Cuore circolazione e malattie del sangue
22 novembre 2017
Notizie
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Il sesso non mette a rischio il cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
20 novembre 2017
Notizie
Il sesso non mette a rischio il cuore