12/06/08  - Ernia jatale da scivolamento; gastropatia eritematosa - Stomaco e intestino

12 giugno 2008

Ernia jatale da scivolamento; gastropatia eritematosa




Domanda del 12 giugno 2008

Domanda


Le copio i dati della ESOFAGOGASTRODUEDENOSCOPIA (10/06/2008) Sintesi anamnestica: premedicazione: xylocaina spray Non alterazioni a carico dell' esofago. Linea Z al di sopra dello hiatus esofageo con cardias non continente. Stomaco a contenuto sublimpido, pliche regolari e mucosa antrale di aspetto diffusamente variegato come per gastropatia cronica, sulla quale si eseguono prelievi bioptici. Nulla a carico del bulbo e della seconda porzione duodenale. Conclusioni e suggerimenti terapeutici: ernia jatale da scivolamento; gastropatia eritematosa in attesa di definizione istologica in attesa del referto istologico si consiglia terapia con PPI e procinetici Premetto che assumo giornalmente i seguenti farmaci per ansia e depressione: EFEXOR (RP) 150 mg LYRICA 225 mg a volte ALPRAZOLAM 0,25 MG Il medico di base mi ha prescritto PEPTAZOL 20mg dicendomi di proseguire per un mese in passato ho preso PEPTAZOL 40mg per massimo due giorni quando mi capitava di avere bruciore di stomaco adesso è meglio assumere 20 o 40 mg? Nel caso venga accertata una gastropatia cronica cosa devo aspettarmi? Grazie Distinti saluti
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Stomaco e intestino
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
Stomaco e intestino
20 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio