18/11/04  - Ernie discali multiple e spondilodiscite - Scheletro e Articolazioni

18 novembre 2004

Ernie discali multiple e spondilodiscite




Domanda del 18 novembre 2004

Domanda


"RMN LOMBO-SACRALE, RMN COLONNA TORACICA-DORSALE, RMN CERVICALE Reperto: Non si apprezzano alterazioni di segnale delle vertebre da riferire a patologie infìitrative. Atteggiamento rigido del tratto cervicale. Disco-artrosi C5-C6 e C6-C7. Ernia posteriore mediana e paramediana bilaterale del disco intersomatico C5-C6, appena prevalente a sinistra. Ernia posteriore lateralizzata a destra del disco C6-C7. Obliterazione degli spazi liquorali sub-aracnoidei. Improntata la superfìcie anteriore del midollo, senza che si apprezzano alterazioni di segnale da riferire a sofferenza parenchimale. Il reperto mostra una certa evolutività rispetto al precedente esame del 10-9-1998 esibito in visione. Lieve disco-artrosi posteriore D8-D9, senza segni di compressione midollare. Fenomeni disco-artrosici si apprezzano a livello del passaggio dorso-lombare. Lieve ipertrofìa artrosica delle faccette articolari nterapofìsarie lombari,senza significative alterazioni dei diametri canalari. Ernia posteriore mediana del disco L5-S1, parzialmente calcifica, con impronta sul sacco durale. La spondilo-discite florida precedentemente rilevata a livello L2-L3 appare essere nella fase degli esiti stabilizzati, con degenerazione tsub-totale del disco intersomatico, piccole erosioni sub-condrali dei corpi vertebrali e sclerosi della spongiosa, associata a fenomeni di degenerazione adiposa." Questa e' l'ultima R.M. che ho fatto . Nell'88 ho avuto una meningite a liquor torbido che non ha lasciato segni . nel' 98 un uveite virale da epstain barr che ha danneggiato l'occhio sinistro con cure cortisoniche e antivirali in dosi massicce,a seguito dolore lombo-sacrale con diagnosi di spondilodiscite ed ernie discali multiple solo dopo 4-5 mesi. Non e' stato possibile effettuare ago aspirato sotto T.A.C. ma fortunatamente la cura con targosid diede degli ottimi risultati . Durante il ricovero ho scoperto di avere un epatite H.C.V. Mi ritrovo a distanza di anni a convivere con dolori perenni e talvolta insopportabili .Oggi non posso muovere per bene le braccia .Dopo 40 giorni di attesa per una visita neurochirurgica in un noto ospedale mi hanno solo chiesto se desidero operarmi o meno , una visita fatta al volo.Ho chiesto se c'erano alternative e mi è stato risposto di "no".Avevo bisogno di un certificato che attestasse per bene le patologie correlate alla situazione vertebrale (non riesco a fare parecchi movimenti ed all'ultimo controllo I.N.P.S. è stata messa in discussione la mia pensione di inabilità), ma l'ortopedico della A.S.L.mi a riferito che non è il più adatto per tali patologie .A quale struttura mi devo rivolgere per avere una attenzione che mi convinca e una diagnosi definitiva delle mie patologie senza che se ne passino ancora anni ?quali esami conviene che faccia ancora ?
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Scheletro e articolazioni
07 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?