13/10/04  - Escherichia coli e fertilità - Salute maschile

13 ottobre 2004

Escherichia coli e fertilità




Domanda del 13 ottobre 2004

Domanda


Ho 35 anni, da piccolo sono stato sottoposto a vari interventi per ipospadia scrotale e critoridismo.Circa un anno e mezzo fa sono riuscito a sconfiggere dopo montagne di antibiotici un micoplasma urealiticum.Fertlità a posto, ma ormai vittima di piccoli problemi di prostata che mi è stato detto probabilmente mi porterò dietro per tutta la vita.Oggi ho eseguito un controllo che ha riscontrato urine e urinocoltura ok e spermicoltura con numerose colonie di escerechia coli e enterococcus feacalis. Non ho disturbi particolari.Il mio medico sostiene che la cosa importante è stata eliminare il micoplasma e per questa infezione preferendo evitare gli antibiotici mi ha suggerito di tenere a posto l'intestino e ripetere gli esami tra tre mesi.Vi chiedo se portare avanti questi batteri per tre mesi potrebbe interferire sulla fertilità ?Ringrazio anticipatamente.
Risposta del 17 ottobre 2004

Risposta di GIOVANNI BERETTA


Segua le sagge indicazioni che le ha dato il suo medico di famiglia. Nelle infiammazioni delle vie urinarie è importantissomo la stile di vita che si conduce e la dieta . Per il problema fertilità ripeta uno spermiogramma e monitorizzi in questo modo la situazione. Cordiali saluti. Dott. Giovanni Beretta Urologo Andrologo

Dott. giovanni beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
FIRENZE (FI)



Il profilo di GIOVANNI BERETTA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
La procreazione assistita è anche una scelta socio-culturale
Salute maschile
16 ottobre 2017
Notizie e aggiornamenti
La procreazione assistita è anche una scelta socio-culturale