23/03/11  - Esito risonanza magnetica lombo sacrale - Scheletro e Articolazioni

23 marzo 2011

Esito risonanza magnetica lombo sacrale





Domanda del 23 marzo 2011

Domanda: Esito risonanza magnetica lombo sacrale


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 23 marzo 2011.

Ho appena ritirato esito RM, in attesa di una visita ero curioso di sapere quanto son grave..e se è da operare...il mio mal di schiena mi sta ormai limitando la vita in modo eccessivo
ESITO:
Perdita della fisiologica lordosi lombare.
A L5-S1 segni di spondilo artropatia degenerativa caratterizzati da assottigliamento dello spazio intersomatico per fenomeni di disidratazione e degenerazione del nucleo polposo discale e produzioni osteofitosiche marginali somatiche con a carico della spongiosa sub condrale adiacente le limitanti somatiche contrapposte, alterazioni distrofico degenerative prevalentemente di tipo fibrovascolare, da porsi in relazione ad alterato carico.
Si associa ipertrofia degenerativa dei massicci articolari interapofisari con modico aumento del contenuto fluido intra-articolare, ed iniziale asimmetria di orientamento delle rime articolari.
Il disco intersomatico L5-S1 mostra protrusione circonferenziale dell’anulus fibrosus discale oltre i profili ossei con associata facoltà erniaria posteriore mediana paramediana e laterale destra, che impronta il sacco durale e risale dal versante inferiore, ad interessare anche il versante medio del forame di coniugazione di destra dove determina conflitto con le strutture ganglio-radicolari corrispondenti.
L’alterazione discale si impegna ad interessare sia pure in misura meno evidente, anche il versante inferiore del forame di coniugazione di sinistra riducendo lo spazio per la radice corrispondente.
A L4-L5 modica protrusione ad ampio raggio che impronta in misura non significativa il sacco durale.
Nei limiti i profili discali posteriori nei restanti livelli.
Regolare la morfologia ed il carico del canale rachideo.
Per quanto possibile valutare al solo esame diretto regolare appare il cono midollare che termina a livello di D12-L1 e la distribuzione delle radici della cauda.
Valido il trofismo dei muscoli paravertebrali.

Grazie Valerio
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
Notizie
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Notizie
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
Notizie
Troppa Tv mette a rischio la mobilità