30/08/04  - Fame d'aria - Malattie infettive

30 agosto 2004

Fame d'aria





Domanda del 30 agosto 2004

Domanda: Fame d'aria


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 30 agosto 2004.

Gentile dottore, ho 30 anni e da circa un anno sto male; accuso dei sintomi piuttosto strani infatti spesso mi capita di aver bisogno di effettuare una inspirazione molto profonda in quanto mi pare di non poter respirare, ho spesso sbadigli e quando cammino per un pò a piedi avverto come una sensazione di svenimento (non sono mai svenuta), di mancamento con accentuazione di fame d'aria (CHE SI RIDUCE PREMENDO SUL DIAFRAMMA) e di vertingini (senza di perdere l'equlibrio). Questa situazione mi limita moltissimo, infatti raramente esco a piedi e da sola. Faccio presente che non so se a causa del caldo ma negli ultimi mesi la pressione arteriosa si mantine sui 95-100/70-80; inoltre ho anche una forma di tachicardia sinusale (origine ormonale ???) che nei mesi scorsi è stata trattata con 1/4 cpr di atenololo ma che con l'arrivo del primo caldo ho dovuto sospendere perchè mi causava ipotensione. ho fatto moltissimi esami ematoclinici ma non è risultato niente di particolare. Aspetto con ansia una Sua risposta Cordiali saluti T.G
Risposta del 02 settembre 2004

Risposta di CARLO BRIGUORI


Gentile signorina, Le consiglio di praticare un controllo cardiologico ed in particolare un elettrocardiogramma ed un ecocardiogramma ed inoltre il dosaggio degli ormoni tiroidei. Il disturbo che Lei riferisce potrebbe essere (probabilità 85%) "funzionale" cioè non riconducibile ad una causa organica chiara. Però è necessario escludere che la causa non sia tiroidea oppure cardiaca (e ciò si può valutare con l'ecocardiogramma). Nel caso sia riscontrata una qualche patologia tiroidea o cardiaca la terapia sarà definita di conseguenza. Se tutto sarà "negativo" (cioè normale) allora concordo con la terapia in corso.
Cordiali saluti


Dott. Carlo Briguori
Casa di cura convenzionata



Il profilo di CARLO BRIGUORI
Risposta del 02 settembre 2004

Risposta di DOMENICO DIDONNA


Gentile Signora,

per il problema da lei descritto, mi permetto di consigliarle l'esecuzione di una spirometria, esame molto semplice e non invasivo per valutare la sua funzione respiratoria.
Nel caso in cui anche questo esame risultasse nella norma, sarebbe anche lecito ipotizzare che i suoi disturbi possano essere somatizzazioni d' Ansia .
Con i miei migliori auguri per la sua salute, la saluto cordialmente.

Dott. Domenico Didonna
Medico Ospedaliero



Il profilo di DOMENICO DIDONNA
Risposta del 03 settembre 2004

Risposta di MELANIA LIUZZI


I disturbi che riferisce non sono infrequenti soprattutto nelle donne... sono sintomi abbastanza vaghi, piuttosto come lei stessa ha scritto spesso si tratta di sensazioni di mancamento o di svenire, ma non le è mai successo di perdere conoscenza! Nella maggioranza dei casi si tratta di somatizzazione di stati di Ansia , da collegare a periodi di particolare stress o preoccupazione. Naturalmente occorre escludere altre possibilità (come la presenza di una Anemia importante, tireopatie, ecc..) tramite esami di laboratorio. Per quanto riguarda l'ipotensione, essa può determinare senso di mancamento specie nei mesi caldi, è possibile ovviare bevendo acque ricche di sali minerali (non acqua oligominerale), e integrando nell'alimentazione più verdura fresca.
saluti

Dott.ssa MELANIA LIUZZI
Universitario
ROMA (RM)



Il profilo di MELANIA LIUZZI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti