12/03/13  - Feci molli e intolleranza al lattosio - Stomaco e intestino

12 marzo 2013

Feci molli e intolleranza al lattosio





Domanda del 12 marzo 2013

Domanda: Feci molli e intolleranza al lattosio


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 12 marzo 2013.

Il mio problema è iniziato circa 3 anni fa con dolori al fianco destro che duravano alcuni giorni per poi scomparire e ripresentarsi dopo brevi intervalli di tempo. Assumevo fermenti lattici ma senza grossi risultati. Secondo il medico di famiglia si trattava di colon irritabile.

Da circa sei mesi vado costantemente in bagno con feci molli, a volte Diarrea, a volte solo molli; generalmente 1 volta, massimo 2 volta al giorno. Premetto che fino a 6 mesi fa le feci erano sempre "regolari".

Mi reco da un gastroenterologo che mi prescrive diversi esami:

esami del sangue, da dove risulta bilirubina diretta un pò alta (quella totale nella norma) e feritina di poco superiore (450 su un valore di 400 ).

Celiachia negativa.

Esami delle feci negative (sangue occulto e parassiti ).

Breath test al lattosio: POSITIVO (valore di 22 su 20 dopo 4 ore ).

Da 1 settimana ho eliminato tutti gli alimenti al lattosio, il dolore al fianco destro sembra scomparso (solo qualche volta avverto un leggero dolorino. .. Non so se sia come quello di prima o solo Ansia, visto che ci penso continuamente! ).

Aria nella pancia è diminuita. Non devo più correre in bagno la mattina dopo 2 ore esatte dalla colazione (come mi succedeva prima ).

Però le feci continuano a rimanere molli.

Sono un pò preoccupato e forse questo stress accentua il problema!

Penso di aver eliminato tutti gli alimenti al lattosio.

Speravo che dopo 10 giorni la consistenza delle feci migliorasse. Sembra di no.

Quanto tempo passa perchè il colon "guarisca"?

Che medicinale, fermento lattico, posso utilizzare per migliorare?

Ho un pò paura perchè il gastroenterologo (che rivedrò tra 2 mesi) ha già detto di procedere a colonscopia con biopsia se la situazione continua così.

Grazie per la risposta.
Risposta del 13 marzo 2013

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Non deve preoccuparsi. Sicuramente si tratta di un colon irritabile, i cui disturbi venivano accentuati dall'assunzione del lattosio a cui era intollerante. Ora rimane il colon irritabile, che, a sua volta, come già lei riconosce, viene acentuato da situazioni stressanti, ma non sempre si può modificare lo stile di vita. Cicli di una decina di giorni al mese con i moderni probiotici possono essere utili. Per quanto riguarda l'eventuale colonscopia, le ricordo che noi raccomandiamo a tutti, intorni ai 40 anni, di eseguire almeno una volta nella vita una colonscopia, a scopo preventivo, anche indipendentemente dai sintomi. Non faccia troppo caso alla consistenza delle feci, che non è importante.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti