14/02/05  - Fecondazione - Salute femminile

14 febbraio 2005

Fecondazione




Domanda del 14 febbraio 2005

Domanda


Salve, ho 39 anni. Da circa un anno tentativi di gravidanza falliti ma conosco bene il xkè. Mio marito a causa di ripetute e recidivanti infezioni prostatiche ed epididimiti ha una bassa mobilità spermatica (circa 10% di spermatozoi scarsamente mobili). Mi chiedo se prima di far ricorso alla fecondazione assistita io possa fare qualcosa dal punto di vista medico farmacologico per, come dire, facilitare la fecondazione che chiaramente risulta difficoltosa (eufemismo per dire impossibile). La ringrazio per l'attenzione che vorrà dedicare al mio quesito cordiali saluti anna pesce
Risposta del 26 febbraio 2005

Risposta di SALVATORE DI GRAZIA


Se il problema risiede nella astenospermia di suo marito, da parte sua può fare ben poco. Bisognerebbe innanzitutto capire se avete già provato a risolvere il problema del suo partner, se avete consultato un andrologo e se c'è ancora qualche possibilità di migliorare il quadro spermatico. La fecondazione assistita deve sempre rappresentare l'ultima possibilità.
Saluti.

Dott. Salvatore Di Grazia
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
CATANIA (CT)



Il profilo di SALVATORE DI GRAZIA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Salute femminile



Potrebbe interessarti
Gambe sane a prova di solleone
Salute femminile
06 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gambe sane a prova di solleone
La forza della bellezza contro il cancro
Salute femminile
05 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
La forza della bellezza contro il cancro
Amenorrea
Salute femminile
25 giugno 2018
Patologie
Amenorrea