16/02/05  - Fibromialgia - Mente e cervello

16 febbraio 2005

Fibromialgia




Domanda del 16 febbraio 2005

Domanda


Buongiorno, da più di un anno ho dei disturbi che sono peggiorati, l'anno scorso l'ho passato con una sintomatologia varia, disbiosi intestinale, reflusso gastroesofageo dovuto a cardias incontinente, dolori al collo che continuamente si bloccava ogni volta che portavo pesi o alzavo le braccia per fare dei lavori in alto, ho fatto la risonanza cervicale e come esito spondilosi di uncoartrosi senza compressioni midollari, però alla notte mi svegliavo spesso con dei formicolii alle mani, tornata dal mare mi dava persino fastidio il sole perchè sentivo bruciare la pelle dopo poco che stavo alla luce, oltre a bruciore degli occhi e difficoltà a stare a computer, dopo aver fatto una visita dal dentista, mandata dall'ortopedico, ho messo il byte per una malaocclusione e devo dire che la situazione del collo è molto migliorata, però da qualche mese ho cominciato con uno scatto all'anca sinistra che è diventato bruciore prima al gluteo poi a tutta la gamba, senso di fatica a stare dritta con la schiena, adesso la gamba a stare seduta mi inizia a bruciare fino al piede, se cammino non mi fa male, se rimango ferma in piedi dopo un pò mi fanno male le anche, di notte sdraiata non ho male alla gamba, ma al mattino appena metto il piede in terra sento che inizia il fastidio che non è un dolore ma un senso di costrizione al piede e di bruciore alla gamba, ho fatto l'ecodoppler e l'angiologo mi ha detto che le vene sono a posto, però ho la sensibilità ridotta nella gamba sinistra, il reumatologo mi ha dato una diagnosi di fibromialgia con tender points negativi ma non mi ha fatto fare nessun esame del sangue e nemmeno alla gamba, adesso sta iniziando una debolezza anche nella gamba di destra oltre al fatto che da 4 mesi sto seduta storta perchè il gluteo di sinistra mi fa male seduta, cosa posso fare per capire cosa ho ? Grazie saluto.
Risposta del 19 febbraio 2005

Risposta di GIOVANNI MIGLIACCIO


Gentile signora,
dalla Sua descrizione emerge sostanzialmente una verosimile spondilopatia cervicale che potrebbe essere responsabile delle parestesie (formicolii alle mani). A tale proposito Le consiglio di eseguire un esame Elettromiografico agli arti superiori (non mi dice a che livello cervicale si riscontra la patologia ma se il formicolio è solo alle mani tale esame può essere limitato a "testare" le radici C6,C7,C8 del plesso brachiale). Per quanto riguarda i disturbi all'arto inferiore sinistro che, mi par di capire interessano sia la sensibilità che la forza, in considerazione del dato che tende a tenere la schiena storta, verosimilmente in atteggiamento scoliotico, potrebbe trattarsi di una discopatia lombare con frammento dislocato o espulso in prossimità dell'emergenza della radice (L5 o S1). Si sottoponga anche in questo caso sia ad elettromiografia (per le radici L4,L5,S1 sin.) e a NMR lombosacrale, quindi consulti un collega neurochirurgo. Mi faccia sapere!
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Specialista in Neurochirurgia
Medico Ospedaliero
MILANO (MI)



Il profilo di GIOVANNI MIGLIACCIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
Mente e cervello
01 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea