22/12/10  - Formicolio alle estremità di tutte le dita. - Scheletro e Articolazioni

22 dicembre 2010

Formicolio alle estremità di tutte le dita.





Domanda del 22 dicembre 2010

Domanda: Formicolio alle estremità di tutte le dita.


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 22 dicembre 2010.

Essendo musicista, vorrei capire tempi e possibilità risoluzione. Da un mese a questa parte improvvisamente è apparso il formicolio su tutte le punte delle dita. Nessun dolore ne al collo ne agli arti, un discreto sollievo usando guanti di qualsiasi tipo, dormo bene. Dopo consulta medico di base, allego esito RM rachide cervicale con la quale andrò poi da uno specialista. Sembra l'effetto di un colpo di frusta che non mi risulta aver mai avuto. ----------------------------------------------------------- Verticalizzazione verosimilmente antalgica della fisiologica lordosi del rachide cervicale i cui metameri evidenziano modesta retrolistesi del soma C3, lieve anterolistesi del soma C6 sul soma C7 ed alterazioni artrosiche somato-marginali, dei processi unico-vertebrali e dei massicci interdisco-apofisari. Discreta e non uniforme riduzione degli spazi intersomatici C3-C4 e C6-C7. Protrusione del profilo posteriore del disco intersomatico C3-C4, associata ad osteofito somatomarginale aggettante nello speco vertebrale, che evidenzia impronta a largo raggio sul sacco durale e riduzione dei canali foraminali. Protrusione circonferenziale eccentrica del disco intersomatico C6-C7 di spessore discretamente ridotto ed ipointenso in T2 per discopatia degeneratia, che evidenzia altresì bulging erniario in sede mediana e paramediana DX, associato ad osteofito somatomarginale aggettante nello speco vertebrale, che determina impronta sul sacco durale. Rimanenti dischi intersomatici normali per morfologia e spessore ma moderatamente e diffusamente ipointensi nelle sequenze T2 pesate per ridotto tono idrico. Canale spinale regolare per morfologia e di ampiezza non uniformemente ridotta nel tratto compreso tra C3 e C4 per stenosi su base prevalentemente artrosica e tra C6 e C7. Corda midollare di calibro ridotto e con area di gliosi mielopatica in corrispondenza del tratto compreso tra C3 e C4. Grazie infinite.
Risposta del 29 dicembre 2010

Risposta di MATTEO LIBROIA


Innanzitutto chiariamo che il "formicolio alle dita" può sì avere un'origine centrale, ossia cervicale, ma potrebbe anche avere origine periferica, ossia dalla compressione di un nervo a livello ad esempio del gomito, del polso o della mano.
Dovrebbe quindi descrivere meglio il quadro, spiegando quali dita si addormentano, quando, se c'è perdita di forza, riduzione di movimento, ecc. e soprattutto se il quadro è solo su un arto o su tutti e edue.
Detto questo, la situazione della sua colonna cervicale non è splendida, ma come detto potrebbe non essere lì l'origine dei disturbi e quindi la cura degli stessi.
A risentirci.
Cordiali saluti.


a href="/Matteo_Libroia?esp=303" Dott. Matteo Libroia /a
Casa di cura convenzionata
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Milano (MI)



Il profilo di MATTEO LIBROIA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
News
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità