28/01/06  - Freddo alla schiena - Malattie infettive

28 gennaio 2006

Freddo alla schiena





Domanda del 28 gennaio 2006

Domanda: Freddo alla schiena


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 28 gennaio 2006.

Egregio dottore, desidererei sapere perche' la sera quando mi metto a letto mi vengono brividi di freddo solo verso la spalla sinistra.Nn riesco a prendere sonno.Ho cercato di mettermi qualcosa di piu' pesante ma all'inizio sto male, dopo un paio di ore tutto passa. E' un problema causato dal troppo freddo di questi gg o e' un problema circolatorio. Tengo a precisare che durante il giorno sto bene. Grazie della risposta
Risposta del 31 gennaio 2006

Risposta di TONINO GRASSO


Se lei dorme sul fianco dx, è possibile che la spalla sin si scopra. Comunque, la medicina convenzionale è del parere che alcuni minimi disturbi, ancorchè inspiegabili, possano essere tranquillamente trascurati.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)



Il profilo di TONINO GRASSO
Risposta del 31 gennaio 2006

Risposta di ALBERTO MOSCHINI


I sinomi vaghi e aspecifici, sono ben studiati in letteratura, anche perchè sono fstidiosi e sono sempre espressione di una disregolazione del sistema immunitario. Una infiammazione minima, asintomatica, subclinica, cronica, che perdura per tanto tempo, può togliere elettroliti e basi da varrie zone del corpo, creando così i sintomi inspiegabili. Molto semplicemente per individuatre le zone si usa la composizione corporea e la tomografia elettrolitica exstracellulare, che unite con i cibi che vengono assunti durante il giorno, si può calcolare la elaborazione diagnostica nutrizionale e l'andamento del risultato metabolico del carico glicemico. Questo è molto importante perchè per la persistenza di una infiammazione crea un andamento patologico della produzione dei glucocorticoidi endogeni, che si verifica soprattutto dopo le ore 20, producendo anche i sintomi che lei lamenta, che sembrerebbero una sciocchezza da non valutare, ma potrebbero essere i sintomi iniziali di una patologia futura molto importante. Considerare i sintomi vaghi e aspecifici in tempo, significa fare prevenzione.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)



Il profilo di ALBERTO MOSCHINI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti