21/02/08  - Gastrite cronica a 15 anni - Stomaco e intestino

21 febbraio 2008

Gastrite cronica a 15 anni




Domanda del 21 febbraio 2008

Domanda


Mia figlia Rossana, da dicembre ha iniziato ad avere forti dolori addominali e nausea. Il medico curante l'ha sottoposta agli esami contro la celiachia, ma questi non hanno dato esiti positivi, infine visto che la situazione non migliorava, ha deciso di sottoporla a gastroscopia.Sta di fatto che dopo due mesi e mezzo non siamo in grado di risolvere ancora i suoi dolori continui che proseguono anche di notte. esami del sangue (qua le riporto gli unici esami che sono risultati sopra la norma) velocità di eritrosedimentazione - 24 celiachia anti gliadina-igc mg/l 40.1 per sicurezza il medico gli ha fatto fare anche l'anti transglut- iga che è risultato nella norma a 0.4 e l'anti endomisio-iga risultato assente. Un mese fa circa è stata sottoposta a gastroscopia con biopsie la diagnosi è la seguente Esofagite di grado A 1) biopsia II porzione duodenale mucosa duodenale nei limiti della norma istologica 2) biopsie antro gastrico antrite cronica non atrofica di grado lieve in fase di minima attività h.p.: 2+ (giemsa mod) secondo il nostro medico si tratta di una gastrite cronica di lieve entità. Il problema di mia figlia è che non può assumere antibiotici in quanto nel passato ha avuto delle allergie. Effettivamente non ha mai svolto il test antiallergico, ma per il semplice fatto che il nostro medico considera più rischioso eseguire il test antiallergico che non assumere antibiotici. Ho letto che l'helicobacter può essere associato ad una cura antibiotica ed a questo punto mi chiedo quale sia il male minore fra il test antiallergico e il tenersi l'helicobacter. Le sarei grata se può spiegarmi anche cosa vuol dire quel 2+ Rossana sta seguendo una cura con il Pariet 20mg (1 pastiglia la mattina per 4 settimane che seguiranno con altri tre mesi di cura con il Pariet 10mg) e il nostro medico ha aggiunto il Domperidone Teva 10mg per la nausea. Arrivata alla terza scatola di Pariet, Rossana non ha ottenuto alcun risultato che riesca ad allievargli i dolori ne ha fermare la nausea. Inutile dire che ultimamente mangia pochissimo (è dimagrita 5 chili da dicembre) preferendo formaggi freschi, prosciutto cotto o crudo eliminando tutta la frutta come le arance, mandarini e babane, preferendo solo le mele. Mio padre e mio fratello sono affetti da ulcera duodenale è possibile che mia figlia un giorno possa ammalarsi anche lei? Mio marito è diabetico insulino dipendente da 4 anni (ha iniziato a 41 anni), mi chiedo se la gastrite peggiorando, può provocare mal assorbimento e portare mia figlia a diventare diabetica. Vorrei solo che Rossana non si alzi più la mattina con i dolori allo stomaco e ora come ora mi sento impotente. Mi chiedo se è meglio che attenda la fine della cura per portala dal gastrentologo o se vi sono altre indagini mediche più precise a cui sottoporla. Ringraziandola anticipatamente, la saluto F.S.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Stomaco e intestino
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
Stomaco e intestino
20 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio