03/02/05  - Geloni - Malattie infettive

03 febbraio 2005

Geloni




Domanda del 03 febbraio 2005

Domanda


Salve, ho 41 anni e sono ormai diversi anni che durante l'inverno, soprattutto quando si verificano sbalzi di temperatura, soffro di così detti "geloni" soprattutto alle dita delle mani che si gonfiano, diventano di colore violaceo, e si alternano momenti di forte prurito e anche di dolore (una cosa molto fastidiosa). Il mio medico di famiglia ritiene sia dovuto ad un problema di circolazione non ottimale e mi ha consigliato una terapia con vasodilatatore periferico (nello specifico "loftyl" -buflomedil). Vorrei sapere se possibile, se esiste qualche altro rimedio (magari senza assumere medicine) o se va bene questa terapia. Grazie.
Risposta del 08 febbraio 2005

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Un omeopata esperto potrebbe stabilire un rimedio giusto per il suo caso, che a mio parere potrebbe essere Pulsatilla o Silicea, ma che va valutato sulla base della sua costituzione. Così come lo descrive, il problema è facilmente inquadrabile con questa medicina complementare. Auguri.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Specialista attività privata
MILANO (MI)




Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Malattie infettive
26 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute