20/09/04  - Gruppi sanguigni - Malattie infettive

20 settembre 2004

Gruppi sanguigni




Domanda del 20 settembre 2004

Domanda


Con quale criterio i figli acquisiscono il proprio fattore rh? Noi, entrambe di gruppo A+ abbiamo una figlia A+ ed un figlio A-. Esistono correlazioni con l'insorgenza di patologie? grazie
Risposta del 23 settembre 2004

Risposta di PIERMARIO BELLAVITA


Il fattore Rh, definito solitamente come POSITIVO o NEGATIVO, è determinato dalla presenza (POSITIVO) o assenza (NEGATIVO) sui globuli rossi del gruppo (o antigene) "D". E' possibile che da 2 genitori POSITIVI possa nascere un figlio NEGATIVO nel caso in cui i genitori siano eterezigoti per tale antigene cioè possiedano su un cromosoma il gruppo (o antigene) "D" e sul cromosoma omologo il gruppo (o antigene) "d" (cioè "D/d"). La trasmissione alla prole dell'antigene "d" da parte di entrambi i genitori determina la nascita di un figlio con fattore Rh NEGATIVO (cioè "d/d"). Non è possibile invece che da genitori entrambi NEGATIVI possa nascere un figlio POSITIVO.
La correlazione di malattie con i gruppi AB0 non è stata provata in maniera significativa per lo scarso polimorfismo di questo sistema gruppoematico: basti pensare che circa il 40% della popolazione italiana è di gruppo 0 e un'altro 40% è di gruppo A. Per quanto riguarda il sistema Rh, che in realtà è più complesso di quello che si possa pensare, non è mai stata trovata alcuna correlazione con malattie.

Dott. Piermario Bellavita
Medico Ospedaliero



Il profilo di PIERMARIO BELLAVITA
Risposta del 23 settembre 2004

Risposta di ANTONINA CARDIA


Probabilmente entrambe i genitori sono recessivi per il fattore Rh ed il figlio ha ereditato il cromosoma recessivo.
(+- associato a +- può dare figli ++ +- --) Voi genitori siete +-
Essendo di sesso maschile vostro figlio non avrà alcun genere di problema perchè l'unico inconveniente dell'avere un Rh neg. si presenta nelle gravidanze( per il nascituro e non per la madre).
Voi siete stati fortunatissimi perchè vostra figlia è A+ e quindi, dovesse avere gravidanze, non avrà nessun problema.
Saluti cordialissimi

Dott.ssa Antonina Cardia
Medicina Territoriale
LIMBIATE (MI)



Il profilo di ANTONINA CARDIA
Risposta del 24 settembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


L'Rh è un intero sistema di gruppo sanguigno comprendente diversi antigeni o, per capirci meglio, diverse sostanze di cui la più importante è la sostanza "D". La presenza o meno di tale sostanza distingue i soggetti in Rh positivi ed Rh negativi. Nei soggetti Rh positivi la produzione di sostanza D è garantita da una coppia di geni (com'è per la quasi totalità delle sostanze prodotte nel nostro organismo, ad eccezione di alcune che derivano dai cromosomi sessuali dei soggetti normali di sesso maschile) e possiamo distinguere i soggetti Rh positivi in 2 categorie : quella in cui entrambi i geni della coppia producono sostanza D e quella in cui solo uno dei geni della coppia produce sostanza D. Chi è Rh positivo ed ha figli Rh negativi appartiene, ragionevolmente, alla seconda categoria. Visto che i figli ereditano dai genitori solo uno dei geni della coppia il figlio Rh negativo di genitori entrambi Rh positivi ha ereditato da entrambi i genitori il gene che non produce sostanza D.

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Corretto uso degli antibiotici, anche uno spot
Malattie infettive
01 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Corretto uso degli antibiotici, anche uno spot
Combattere l’influenza con la dieta
Malattie infettive
24 gennaio 2018
Notizie e aggiornamenti
Combattere l’influenza con la dieta
L’influenza è alle porte, ma c’è ancora tempo per ricorrere al vaccino
Malattie infettive
18 dicembre 2017
Notizie e aggiornamenti
L’influenza è alle porte, ma c’è ancora tempo per ricorrere al vaccino