23/07/04  - Guanti - Malattie infettive

23 luglio 2004

Guanti





Domanda del 23 luglio 2004

Domanda: Guanti


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 23 luglio 2004.

Salve, ho 37 anni e vi scrivo per per una semplice curiosità che tuttavia mi induce a qualche sospetto. Recentemente, per un'urgenza (una vecchia devitalizzazione infettatasi) ho fatto riferimento a un dentista consigliatomi da un amico, il quale ha proceduto alla 'riapertura, ripulitura e riotturazione' del premolare devitalizzato (chiedo scusa per il linguaggio poco tecnico), il tutto senza uso dei guanti. Vorrei sapere se tale comportamento rientra nell'ambito di una tipica operatività (nella fattispecie dell'intervento) oppure c'è in effetti un'eccessiva disinvoltura da parte di questo medico. Esistono indicazioni particolari in proposito?
Grazie, e chiedo scusa per la probabile banalità della mia richiesta.
Vittorio


Risposta del 26 luglio 2004

Risposta di MARCO POZZI


L'utilizzo dei guanti è una procedura che va adottata in ogni atto medico invasivo, di fronte a qualsiasi paziente, come prevedono le norme universali di prevenzione.
Nella fattispecie, Le riporto l'articolo 4 del decreto del Ministero della Sanità inerente gli operatori odontoiatrici:

"Art. 4
Norme per gli operatori odontoiatrici
Gli operatori odontoiatrici, oltre ad osservare le precauzioni di carattere generale, debbono indossare i guanti durante le manovre che possono comportare contatto con mucose, sangue, saliva e fluido gengivale, sostituendoli per ogni singolo paziente.
I manipoli, gli ablatori ad ultrasuoni, le siringhe aria/acqua, le frese e qualsiasi altro strumento che venga a contatto con le mucose, dopo l'utilizzo, se riutilizzabili, vanno sterilizzati per ogni singolo paziente. Nei casi in cui la sterilizzazione non sia tecnicamente possibile, è obbligatoria la disinfezione degli strumenti con sostanze chimiche di riconosciuta efficacia sull'HIV.
Tutti i rifiuti dei gabinetti dentistici debbono essere eliminati secondo la procedura di cui alla legge 10 febbraio 1989, n. 45. "


Se vuole leggersi tutto il decreto vada a questo sito: http://www.aitelab.it/norme_DM28_9_90.htm



Dott. Marco Pozzi
Medico Ospedaliero
FIRENZE (FI)



Il profilo di MARCO POZZI
Risposta del 22 ottobre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Talvolta un'occasionale rinuncia all'utilizzo dei guanti può essere dettata dalla necessità di apprezzare meglio con la sensibilità tattile alcune caratteristiche delle lesioni che si vogliono valutare. Certamente se per l'odontoiatra in questione fosse una consuetudine non usare i guanti questa sarebbe una condotta censurabile, ma tenga conto, comunque, che è forse più rischiosa per lo stesso dentista che non per il paziente (sempre, ovviamente, che il dentista si lavi regolarmente e accuratamente le mani passando da un paziente all'altro!)

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti