02/12/04  - Il mio corpo - Mente e cervello

02 dicembre 2004

Il mio corpo




Domanda del 02 dicembre 2004

Domanda


Gentile Dottore,
ormai da diversi mesi (anzi da anni, ma ultimamente il fenomeno si è "cronicizzato") non passa giorno che io non mi preoccupi per la mia salute. Ogni periodo ha una sua preoccupazione specifica: passo dai denti, agli occhi, all'intestino, alla pelle ecc. Naturalmente ho sempre il timore di avere qualcosa di incurabile. È una situazione che sta diventando paralizzante, nel senso che il timore di essere sempre vicina alla morte mi impedisce di fare progetti per il futuro. Tendo a lasciami vivere e mi concedo poche gratificazioni. Vita sentimentale e sessuale praticamente inesistente, pochissime relazioni sociali, rapporto difficile con mia madre. In passato sono stata per qualche mese in terapia con psicofarmaci per Depressione ; poi da una psicologa senza grandi risultati. In effetti non posso permettermi una psicoterapia per motivi economici e d'altra parte non ho molta fiducia in questo tipo di approccio.
Non so come uscirne, però. Attendo qualche suo consiglio e la ringrazio anticipatamente.
Saluti,
Caterina
Risposta del 08 dicembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Se per il momento non vuole riprovare con una terapia, neppure di gruppo, allora legga. Legga un paio di libri scritti dal Dalai Lama e si lasci contagiare da un pensiero meno tetro. Poi ci riscriva e vediamo a che punto sarà arrivata, va bene? Mi raccomando.
Cari saluti.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno