17/06/04  - Induzione dell'ovulazione - Salute femminile

17 giugno 2004

Induzione dell'ovulazione





Domanda del 17 giugno 2004

Domanda: Induzione dell'ovulazione


Domanda di Salute femminile, inviata in data 17 giugno 2004.

Ho 37 anni. L'anno scorso a settembre sono rimasta incinta (1° gravidanza). Ho poi avuto un aborto spontaneo alla 6 settimana senza necessità di raschiamento. Dopo aver atteso tre mesi, su consiglio del mio ginecologo, ho ripreso a cercare un bimbo. A fine febbraio, le mestruazioni mi ritardavano, il seno si era molto ingrossato, avendo paura di perdere ancora la gravidanza, sono corsa dal mio ginecologo, il quale mi visitò e mi disse di avere dei sospetti validi che io fossi ancora incinta. Il giorno dopo iniziai ad avere delle perdite. Durarono un settimana. Il mio ginecologo mi disse che probabilmente la mia ovulazione era insufficiente e mi prescrisse del Clomid da 50 mg. da prendere dal 5 al 12 giorno dal ciclo, con rapporti sessuali al 13 - 15- 17. Non sono rimasta incinta, anzi non ho avuto il mestruo per un mese e mezzo, sono ritornata da lui e mi ha prescritto del Farlutarl per provocare il mestruo, il quale mi è arrivato il 1/06/04. E' stato molto scarso. Secondo lui ero stressata. Ora viaggiando su internet leggo che durante la terapia con clomid ci devono essere dei monitoraggi ecografici. Come faceva lui a consigliarmi i rapporti sessuali in quei giorni allora ? Mi sono rivolta ad un altro ginecologo il quale non ha approvato la terapia ne il clomid ne il farlutarl. Dice che nel mio caso il clomid era troppo, che dovevo essere comunque monitorata e che non dovevo prendere il Farlutarl. Praticamente secondo lui ho agito troppo sulle ovaie. Mi ha fatto fare una eco transvaginale ma risulta tutto al posto. Io sono veramente delusa che il mio ginecologo che mi segue da anni, da quando avevo 12 anni abbia sbagliato in questa terapia. Ora non lavora più all'ospedale, è vero, ci lavora sua figlia, ma è sempre stato bravo. Da una parte vorrei cercarmi un altro ginecologo dall'altra sarei tentata a chiedere a lui i motivi per cui non mi ha fatto fare il monitoraggio (tra l'altro non mi ha neanche avvisata che con Clomid l'incidenza di parti gemellari è maggiore ed io in famiglia ho avuto molti casi di gemelli). Vi chiedo un vostro consiglio. Devo cambiare ginecologo a questo punto? Grazie mille.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute femminile



Potrebbe interessarti