25/11/04  - Informazioni sulla donazione di cellule staminali - Malattie infettive

25 novembre 2004

Informazioni sulla donazione di cellule staminali





Domanda del 25 novembre 2004

Domanda: Informazioni sulla donazione di cellule staminali


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 25 novembre 2004.

Volevo avere informazioni su eventuali conseguenze per un donatore di cellule staminali mediante la tecnica di raccolta di leucaferesi, poichè mi dicono che questo comporta poi controlli periodici per 5 anni. Grazie.
Risposta del 28 novembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


A differenza delle cellule staminali contenute nel midollo osseo quelle presenti nel sangue periferico (che si ottengono, appunto, con la leucaferesi) sono in concentrazione relativamente scarsa sicchè per ottenerne un numero adeguato o si sottopone il donatore a un numero spropositato di procedure di leucaferesi (nell'ordine della decina!) o si stimola farmacologicamente (con un fattore di crescita) l'immissione di cellule staminali in circolo. E' proprio per i possibili effetti collaterali di tale farmaco che, non essendo ancora noti nei soggetti sani (quali sono, appunto, i donatori) e, soprattutto, non essendo noto neanche a che distanza di tempo potrebbero presentarsi, per una questione prudenziale, che offra ai donatori una maggiore tutela, si è convenuto di tenere i donatori sotto controllo (follow-up) per i fatidici 5 anni che rappresentano una soglia di sicurezza ormai universalmente riconosciuta in campo medico. Le dirò di più. E' tanta la prudenza con cui ci muoviamo noi medici dei Centri Trasfusionali che già si consiglia, addirittura, di prolungare il follow-up fino a dieci anni.

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti