01/07/04  - Insonnia...e non solo - Mente e cervello

01 luglio 2004

Insonnia...e non solo




Domanda del 01 luglio 2004

Domanda


Da circa 6 anni soffro di un' Insonnia cronica.Riesco ad addorrmentarmi solo attraverso l'assunzione di farmaci,da anni ormai faccio uso di una o mezza compressa di REMERON,ma anche se riesco a dormire per circa 6-7ore il sonno è molto agitato e poco riposante.La mattina mi sveglio stanca e intorpidita e anche se durante il giorno riesco bene o male a svolgere le normali attività quotidiane,mi sento senza energia,dimentico facilmente e ho difficoltà di concentrazione.Faccio della psicoterapia presso un consultorio da un anno e mezzo e da due settimane ho iniziato una cura omeopatica associata ad agopuntura.Sono molto scoraggiata e non so ste sto adottando i rimedi giusti,ma mi creda non so più cos'altro fare. Mi aiuti la prego

Risposta del 05 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Agopuntura e rimedi omeopatici (se di scuola unicista) non dovrebbero essere sviluppati insieme. L'agopuntura tende al riequilibrio, l'omeopatia tende allo squilibrio, all'aggravamento del sintomo, come passaggio verso la guarigione.
Ok per l'agopuntura se il suo agopuntore è persona veramente preparata. Finiti i cicli programmati di agopuntura, può effettuare un mantenimento con un BRAVO/A operatore/trice shiatzu.
Rimanderei l'omeopatia a dopo i cicli di aghi (a meno che il medico che glieli prescrive non sia specializzato in entrambe le cose, nel qual caso dovrebbe sapere quel che fa).
In linea di massima, direi che il suo rimedio attuale dovrebbe essere Nux Vomica, causa il quantitativo esagerato di farmaci che ha preso e la sensazione di essere senza energia.
Tramite la psicotarepia è arrivata a un'ipotesi del perché lei rimanga sveglia? C'è una diagnosi? Se vuole farmi sapere di più, le risponderò sempre da questa lettera, in modo che ulteriori notizie sue non vadano a spasso per il web.
Cordialmente.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Risposta del 21 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Gentile signora, grazie per averci ricontattato.
Lo shiatzu segue gli stessi principi dell’agopuntra, ma l’attivazione dei centri energetici e la ridistribuzione dell’energia nei canali avviene tramite la digitopressione invece che con gli aghi. Generalmente ha un effetto più lento dell’agopuntura, ma c’è il vantaggio di venir manipolati fisicamente, il che induce un rilassamento che potrebbe essere d’aiuto nell’indurre il sonno. I terapisti shiatzu hanno un loro albo nazionale. Attivi una ricerca, tramite quello potrà entrare in contatto con professionisti qualificati.
Quanto al fatto di cambiare psicologo, è sempre un rischio dare un simile consiglio, da lontano poi …
Dipende. Da lei, dal feeling che si è instaurato, dal fatto che il professinista risponda o meno alle sue richieste.
Spesso non si dorme perché la mente si rifiuta di sognare, perché il sogno segnala il campo problematico. Qunid un terapeuta con una buona esperienza nel campo del sogno potrebbe essere più utile di un altro, ad esempio. E se lei non sogna, dovrà inventarsi un sogno, disegnarlo, quindi forse è necessario che la persona a cui si appoggia non tema di usare altri mezzi per portare avanti il lavoro analitico. Di solito gli analisti appassionati sono elastici, nel loro modo di lavorare. Sta a lei capire se l’incontro tra voi è utile, propositivo o se ha fatto il suo tempo.
Qualora si trattasse di una fuga … be’, ma prima o poi dovrà fermarsi, no?
Un caro saluto.


Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
Mente e cervello
01 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea