21/05/09  - Intervento ernia inguinale e complicanza con possibile menomazione - Cuore circolazione e malattie del sangue

21 maggio 2009

Intervento ernia inguinale e complicanza con possibile menomazione





Domanda del 21 maggio 2009

Domanda: Intervento ernia inguinale e complicanza con possibile menomazione


Domanda di Cuore circolazione e malattie del sangue, inviata in data 21 maggio 2009.

Salve a tutti, Sono stato operato il 27 ottobre 2008, metodo Trabucco, per un'ernia DX "obliqua esterna". Ho avuto una complicazione post operatoria di orchite con gonfiore del testicolo, che è passata circa dopo 1 mese, anche se avvertivo dolore alla manipolazione del testicolo ancora dopo 2 mesi e mezzo. Successivamente, ho ancora avuto dei dolori intermittenti al testicolo, se lo manipolavo. Ultimamente ho avuto dei fastidi vari, come ad esempio la sensazione di trazione dal testicolo alla cicatrice dell'ernia (credo sia il funicolo). Adesso, negli ultimi giorni, allarmato da questi segni premonitori, ho ispezionato meglio il testicolo e, ho notato che è più piccolo dell'altro e dei dei dolori se lo manipolo. Inoltre mi sembra essere anche un pò più duro dell'altro. Ho il brutto sospetto che vi sia una "sofferenza" dello stesso. Le domande che mi vengono alla mente sono: 1) E' possibile che dopo tanti mesi il testicolo inizi a essere ipotrofico? 2) Tra ipotrofia e atrofia il passaggio è automatico, oppure può rimanere ipotrofico a tempo indefinito? 3) Può essere una complicanza dell'intervento di ernia che ho subito? E perchè, sul consenso informato, che ho firmato non ve n'è traccia? In questo caso si può ipotizzare un errore nell'intervento? Grazie a tutti quelli che vorranno rispondere su questo mio problema che mi sta facendo preoccupare molto. Sicuro della vostra comprensione vi saluto Tony
Risposta del 26 maggio 2009

Risposta di PAOLO BRUSCHELLI


con probabilità il chirurgo ha esagerato nelle trazioni legate all'applicazione della tecnica Trabucco.
che nel consenso informato non sia scritta la possibile complicanza è certamente cosa da ritenersi errata, e quindi passibile di contestazione.
inoltre, l'ipotrofia del testicolo omolaterale, rappresenta un danno jatrogeno. auguri

Dott. Paolo Bruschelli
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Chirurgia generale
MONTECOSARO (MC)




Il profilo di PAOLO BRUSCHELLI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Cuore circolazione e malattie del sangue



Potrebbe interessarti
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Cuore circolazione e malattie del sangue
22 novembre 2017
News
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Il sesso non mette a rischio il cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
20 novembre 2017
News
Il sesso non mette a rischio il cuore
Un matrimonio felice protegge il cuore degli uomini
Cuore circolazione e malattie del sangue
31 ottobre 2017
News
Un matrimonio felice protegge il cuore degli uomini