20/06/02  - LE MIE SPECIFICHE - Alimentazione

20 giugno 2002

LE MIE SPECIFICHE





Domanda del 20 giugno 2002

Domanda: LE MIE SPECIFICHE


Domanda di Alimentazione, inviata in data 20 giugno 2002.

Gentilissima dott.ssa Patrizia Maria Gatti, La ringrazio di avermi risposto in merito alla mia domanda,ma purtroppo Devo ammettere che sono stato un poco vago nell'esprimere i miei dubbi allego la domanda che in precedenza le ho posto ma aggiungendo le informazioni da lei richieste.........ho 49 anni sesso maschile altezza 1,70 peso 71Kg In famiglia nessuno con Iperglicemia. Se poi vorrebbe essere cosi gentile nel dirmi se come nella domanda precedente è normale questo forte desiderio di bere un bicchiere di acqua con zucchero tutte le sere!! vorrei essere spiritoso dicendo non vorrei andare in ower dose....mi perdoni la battuta ma di natura sono estroverso..con sincerità vorrei rinnovare un GRAZIE PER IL SERVIZIO!!!!!dato a tutti gli utenti interessati..ALLEGO LA MIA PRECEDENTE DOMANDARingraziandovi anticipatamente,e complimentandomi del vostro servizio, vorrei porre una piccola domanda, Vivo in america centrale da tre anni in una zona molto calda e umida, un giorno mi prese l'idea di provarmi la glicemia con un apparecchio specifico per questo breve esame ho riscontrato che a digiuno al mattino la mia glicemia è a 97 e nellla metà della giornata dopo aver fatto una colazione con caffè e latte una brioche e prima di mangiare a mezzogiorno è salita a 157 ora devo preoccuparmi? e come mai alla sera prima di dormire sento il desiderio di bere un bicchiere di acqua con zucchero?spero che mi possiate dare una risposta certamente non sono preoccupato ma vorrei sapere se tutto questo rientra nella norma
Risposta del 21 giugno 2002

Risposta di PATRIZIA MARIA GATTI


Cortese e fedele utente,
l'unica tendenza che può essere un po' pericolosa per lei è quella del suo peso attuale che non è proprio quello rigoroso delle terroristiche tabelle che inneggiano al calcolo del peso ideale. Tabelle assolutamente corrette dal punto di vista delle misure somatotropiche ideali, ma alquanto inutili per il calcolo del peso che oggi si ritiene di definire come "ragionevole" piuttosto che "ideale". Ossia un peso che corrisponda ad un buono stato nutrizionale e di salute generale.
Per essere pratici, se volesse provare a perdere qualche chilo (5 o 6 non di più) sarebbe meglio per il suo futuro, ma la sua condizione attuale non mi pare affatto preoccupante (...sempre virtualmente parlando). Senza fare tanti sacrifici inutili beva molta acqua, tanta quanta ne sente il bisogno, ma magari lasci perdere lo zucchero tutte le sere. Non per sempre, per un mese o due. Non se ne faccia un'ossessione però. Non mi pare il caso. Seppure vive in un paese lontano ci sarà anche lì qualche nutrizionista che la possa consigliare oppure ci sarà lì il suo medico curante...consiglio di parlarne prima anche con loro.

Dott. PATRIZIA GATTI
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di PATRIZIA MARIA GATTI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Alimentazione



Potrebbe interessarti
Torta tutta mele con farina di mais
Alimentazione
17 novembre 2017
Le ricette della salute
Torta tutta mele con farina di mais
Insalata calda con sgombro, ceci e cimette di rapa
Alimentazione
13 novembre 2017
Le ricette della salute
Insalata calda con sgombro, ceci e cimette di rapa