25/04/15  - Malattia da reflusso gastro esofaceo - Stomaco e intestino

25 aprile 2015

Malattia da reflusso gastro esofaceo




Domanda del 25 aprile 2015

Domanda


Salve dottore, ho da un po' dei dolori addominali per lo più alla bocca dello stomaco, in mezzo al torace, tosse bronchiale, addome gonfio, innapetenza e difficoltà digestive. Ho fatto una gastroscopia e mi è stata diagnosticata una iperemia della mucosa sovracardiale. Lo stomaco sta bene, nella norma, Ho già provato a prendere omeoprazolo 20mg ma mi è aumentato il dolore al petto. Smettendo di prenderlo i dolori sono diminuiti. Ora dopo la gastro. mi è stato dato del PEPTAZOL 40mg . Ho paura che mi faccia ritornare quei brutti bruciori al petto. Cosa mi consiglia? O in alternativa è sufficiente prendere dei procinetici o esoxx one? Grazie. Resto in attesa di un vostro riscontro
Risposta del 03 maggio 2015

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


E'davvero strano che l'inibitore di pompa provochi un bruciore, dal momento che viene prescritto per eliminare i bruciori. Forse la dose era inadeguata. Prosegua con il secondo farmaco prescritto, con fiducia.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Stomaco e intestino



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Patologie



Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Mal di viaggio: sintomi e rimedi
Stomaco e intestino
03 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mal di viaggio: sintomi e rimedi
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Stomaco e intestino
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici