29/04/13  - Marcati segni di degenerazione meniscosica menisco mediale - Scheletro e Articolazioni

29 aprile 2013

Marcati segni di degenerazione meniscosica menisco mediale





Domanda del 29 aprile 2013

Domanda: Marcati segni di degenerazione meniscosica menisco mediale


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 29 aprile 2013.

Buongiorno,

oltre un mese fa ho avvertito dolore al ginocchio sinistro dopo un movimento da accovacciato con tutto il mio peso mentre arrampicavo, subito non mi ha dato molto fastidio infatti ho continuato ad arrmpicare altre 2 o 3 ore, però poi alla sera è gonfiato e sono stati necessari 25 giorni di riposo(niente attività sportiva ma solo movimenti indispensabili per lavorare in ufficio), nel frattempo ho fatto risonanza magnetica ecco il referto:

L'esame RM del ginocchio sinistro evidenzia la presenza di marcati segni di degenerazione meniscosica a carico del tratto intermedio-corno posteriore del menisco mediale; il menisco laterale appare sostanzialmente regolare.

Le strutture legamentose dei crociati e dei collaterali presentano regolare segnale e decorso.

Le cartilagini di rivestimento dei capi scheletrici femoro-tibiali non evidenziano alterazioni morfostrutturali.

La rotula, nelle condizioni di esecuzione dell'esame, è sostanzialmente in asse; lo spessore cartilagineo è conservato.

Il trofismo scheletrico delle strutture esaminate è nei limiti della normalità.

Si apprezza la presenza di marcata quantità di versamentoarticolare.

Il tendine rotuleo presenta regolare segnale e decorso.

Il cavo popliteo è libero.



Dopo ho effettuato una visita specialistica da un bravo ortopedico che ancora prima di guardare la risonanza ha capito il problema al menisco mediale, ecco la siagnosi:

Gonalgia mediale sinistra con artrosinovite reattiva da alcune settimane a seguito di trauma indiretto in flessione e rotazione. Doloro all'emirima interna.

Segni clinici di lesione del menisco mediale.

CONSIGLIATA REGOLARIZZAZIoNE MENISCALE ARTROSCOPICA(dice che potrebbe rompersi a manico di secchio e rimanere bloccato).



Mi ha anche consigliato di tenermi in allenamento andando in bici ed infatti ho già fatto delle uscite da 1 a 2 ore senza forzare con bici da corsa.

Siccome il ginocchio va sempre meglio, non è più gonfio, in bici il dolore è minimo, e a camminare anche(ho già provato anche già a fare qualche metro correndo e non ho particolarmente dolore fastidioso, ma proprio solo qulache metro...) a questo punto ho molti dubbi se debba farmi operare, la data dell'operazione sarebbe tra un mese, massimo due; anche perchè la risonanza parla di forte degenerazione ma non di lesioni o fratture al menisco. Io ho 32 anni, peso 68kg e sono alto 1,85m , pratico arrampicata,alpinismo, sci alpinismo, ghiaccio, ciclismo ed occasionalmente corsa in montagna(ma non gare). La paura è che togliendo una parte di menisco possa poi avere dei problemi di artrosi fra qualche anno, o forse il problema è l'opposto, cioè che senza operazione il ginocchio si danneggi ancora di più senza meniscectomia selettiva e quindi possa portare all'artrosi.

Non so se mi converrebbe aspettare ancora, provare laser o altri rimedi e in generale evitare l'operazione!

Grazie a tutti in anticipo se potete rispondermi e per qualunque consiglio!
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
News
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità