10/10/04  - Mi tolgo la colicisti - Stomaco e intestino

10 ottobre 2004

Mi tolgo la colicisti





Domanda del 10 ottobre 2004

Domanda: Mi tolgo la colicisti


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 10 ottobre 2004.

Salve a tutti vi contatto per un informazione. Circa 5 anni fa cominciai ad avvertire un forte dolore al fiando destro e notavo che questo dolore si presentava dopo un po che avevo mangiato. Premetto che sono sempre stato "una buona forchetta" e mi piace tutto. L'ecografia rivelo una cicisti ingrossata e dismorfica. Iniziai una cura ma senza risultati e tutto questo mi porto a cominciare prima a mangiare e subito dopo all'insorgere del dolore vomitare e poi a non mangiare quasi più. Sono stato più di un anno nutrendomi esclusivamente di frutta e potete immaginare il calo di peso esagerato che ho avuto. Iniziai cosi il calvario tra tanti specialisti: epatologo che rifa eco e dice che e presente anche un setto e mi da una cura anche perchè avevo iniziato ad avereproblemi digestivi (diag dispepsia biliare e ruflusso gastrico).E mi prescrive una gastroscopia che evidenzia una piccola ernia iatale da scivolamento che secondo lui e irrivelante e mi manda dal neurologo .Il neurologo escude categoricamente dopo colloc e visita che sia nevrotico e mi rimanda dall'epatologo poichè dalle analisi prescrittemi si evidenziava un valore di ferritina di 1450 (test eseguto tre volte sullo stesso cam di sangue) l'epatologo dice di aspettare un mese e ripetere l'esame (nei mesi successivi e tornato poi a valori normali. Nel frattempo mi sentivo giu e mi consigliano visita neuropsichiatrica : diagnosi :depressione esaurimento. AQssumo psicofarmaci peridon graviscon e deursil rr ma senza risultati confortanti al punto di non pranzare più, mangiare solo la sera e cacciare tutto al mattino (mangio pesce bollito pollo tacchino vvitello magro evito alcol e frittura e ho tolto frutta) per non parlare dei legumi e un'incubo se li mangio (passati senza buccia). Non demordovado da gastroenterologo che vede tutti gli accertamenti e dice puoi mangiare tutto prendi dieci minuti proma questa pillola e mi da daassumere una bustina di plf... (per la stitichezza). Ma che mangiare tutto per la miseria torno acasa e mangio con moderazione quello che mangiava il resto della famiglia :esito tre giorni a letto con forti coliche e vomito. Ritorno psicologo ormai sono in cura da lui perchè alterno anoressia (salto pranzo ho terrore solo di sentir parlare di cibo) a bulimia (la sera mangio ma per paura di sentirmi male mi induco vomito). Circa 15 giorni fa mi ricomero nuovamente (uno dei tanti) e mi dicono che nella colicisti si ci sono due setti e grumi di bile "sevva" e mi propongono di toglierla. Ora era gia mia intenzione visto che il fianco mi fa sempre male (lievemente) e poi ho improvvisi e atroci dolori che passano dsolo dopo che al ps mi fanno siringa. Certo ormai la mia vita è un'inferno ho fatto visita chirurgica presso ospedale Monaldi (Na) e sono in lista per l'operazione. Ora vorrei sapere visto che sono molto confuso cosa comporta la mancanza di questo organo? E vero che inizialmente dovro seguire un'alimentazione particolare? Vorrei rivolgermi a un nutrizionista secondo voi faccio bene? Vi prego di consigliarmi perchè gia un'anno fa fui classificato come soggetto a rischio suicidio e non potevo uscire di casa ed ero perennemente controllato. Vorrei solo tornare a mangiare come prima e dire che a me della linea non importa nulla e che tutto e cominciato da quel dolore al fianco.Confido in una vostra risposta e grazie dell'interessamento
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti