14/06/05  - Mielopatia - Mente e cervello

14 giugno 2005

Mielopatia





Domanda del 14 giugno 2005

Domanda: Mielopatia


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 14 giugno 2005.

Egreggio dottore, mia madre e affetta da mielopatia causata da compressione midollare a livello cervicale.Dalla rmn si evidenzia una grande ernia anteriore,in più dalla parte posteriore si evidenzia una protrusione spondilosica; di conseguenza lo spazio del canale midollare è molto ridotto.la prima domanda è:rimuovendo chirurgicamente l'ernia si può avere un beneficio paziale e optare per l'intervento posteriore in un secondo momento qualora ci sia la necessità? Oppure si potrbbe intervenire chirurgicamente nello stesso momento:anteriormente e posteriormente? Abbiamo sentito pareri diversi a riguardo e non sappiamo quale potrebbe essere la soluzione più giusta.Spero di essermi espressa chiaramente e di avere un consiglio. Grazie
Risposta del 17 giugno 2005

Risposta di GIOVANNI MIGLIACCIO


Mi par di capire che alla rmn si è evidenziata un'ernia discale con presenza di osteofiti posteriori (cioè esuberanza ossea di un margine della vertebra). Queste alterazioni provocano una sofferenza midollare e, anche se non mi dice che disturbi ha Sua madre, credo che l'intervento sia abbastanza urgente. Non potendo visionare le immagini e nè visitare la mamma, non posso esprimermi sulla strategia chirurgica, ma credo che possa essere indicato l'intervento solo per via anteriore con applicazione di una protesi. Consulti un neurochirurgo.
Cordiali saluti e mi faccia sapere

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Il profilo di GIOVANNI MIGLIACCIO
Risposta del 17 giugno 2005

Risposta di GASPARE FRANCESCO MONTEMAGNO


Gentile signora, concordo pienamente con il parere del DR Migliaccio (che colgo l'occasione di salutare), in particolare circa l'urgenza di sottoporsi ad un intervento. Il beneficio è strettamente correlato al danno midollare. Non è detto che ci sia un recupero di ciò che è andato perduto. Ma una cosa è certa, e cioè che se non si interviene si può incorrere in problemi motori, sfinterici e sensitivi molto seri.
Cordialmente
Dr Gaspare Montemagno

Dott. Gaspare Francesco Montemagno
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Neurochirurgia
AUGUSTA (SR)



Il profilo di GASPARE FRANCESCO MONTEMAGNO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Mente e cervello
23 novembre 2017
News
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti