08/10/04  - Miomi uterini - Salute femminile

08 ottobre 2004

Miomi uterini





Domanda del 08 ottobre 2004

Domanda: Miomi uterini


Domanda di Salute femminile, inviata in data 08 ottobre 2004.

Ho 41 anni, ho tre figli, circa una anno fa il ginecologo mi riscontrò un mioma, ieri ho rifatto il controllo e i miomi sono diventati tre. Oltre ad avere una buona produzione di estrogeni di mio negli ultimi mesi ho assunto compresse a base di soia e altre sostanze vegetali, ora mi chiedo possono queste ultime avere influito sulla formazione di questi miomi. Inotre il ginecologo mi rivedrà tra sei mesi e successivamente, qualora siano aumentati, vuole sottopormi a terapia farmacologica per indurmi temporaneamente in menopausa. Le chiedo se tutto ciò è necessario o se è meglio agire per via chirurgica considerando che i miomi sono intramuscolari e di dimensioni: 27mm., 25mm., 12mm. Infine Le chiedo se la terapia farmac. può essere in qualche modo deleteria per il mio organismo. La ringrazio molto IDA ATRIPALDI
Risposta del 11 ottobre 2004

Risposta di SERENA RONCA


Si tratta di miomi di dimensioni molto ridotte, che se non danno sintomi, come in genere avviene in questi casi, non necessitano di alcun intervento, né farmacologico, né chirurgico.
I sintomi possono essere rappresentati da mestruazioni molto abbondanti, perdite mestruali irregolari durante il mese, dolori da compressione, Infertilità .
Non mi sembra che questo dia il suo caso.
Mi sembra corretto rivalutare la situazione a distanza di sei mesi per valutare l'evoluzione, tranquillamente, senza intraprendere al momento alcuna terapia.
Quanto ai derivati della soia, è altamente improbabile che possano aver influito sulla loro crescita, anche perché in presenza di attività estrogenica endogena questi sono quasi inattivi, perché molto più deboli degli estrogeni dell'organismo.

Dott.ssa Serena Ronca
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
ROMA (RM)



Il profilo di SERENA RONCA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute femminile



Potrebbe interessarti