20/12/08  - Mononucleosi - Malattie infettive

20 dicembre 2008

Mononucleosi





Domanda del 20 dicembre 2008

Domanda: Mononucleosi


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 20 dicembre 2008.

Da circa 3 mesi ho le ghiandole linfatiche sottomandibolari ingrossate e fastidi alle orecchie ed al collo, dopo aver fatto una eco al collo ed un ciclo antibiotico di 7 gg. senza alcun risultato mi sono rivolto ad un specialista in otorinolaringoiatra che mi ha fatto eseguire gli esami del sangue dai quali risulta un valore del Cytomegalovirus IgG 300 e EVB-VCA IgG 55 oltre al Gamma GT 113 Mi ha prescritto il Medrol 16mg. 1 compressa per 7gg che il mio medico curante ritiene eccessivo consigliandomi il Voltfast 300CPR RIV 50mg che cosa devo fare potete consigliarmi

Risposta del 13 gennaio 2009

Risposta di ALBERTO MOSCHINI


Il Cytomegalovirus e il virus di Epstein Barr, sono herpes virus, che hanno la caratteristica di rimanere latenti e persistenti, nelle cellule dell’organismo; il primo attacca quelle del fegato, da qui le transaminasi aumentate, mentre il secondo le prime vie aeree e le cellule linfatiche, linfociti e i linfonodi.
Solitamente, il virus di Epstein Barr, crea una lieve immunodeficienza, permettendo l’ingresso di altri agenti patogeni, fra cui il Cytomegalovirus. Infatti l’EBV, Il virus di Epstein Barr, ha particolari caratteristiche, riesce a rimanere latente e persistente nelle cellule dell’organismo, soprattutto quelle del sistema immunitario, linfociti, che vengono attaccati ed inizia la battaglia dentro i linfonodi che diventano “reattivi”; ma attacca anche quelle della milza, fegato; non in forma “dormiente”, ma ben attiva. Produce proteine che non lo fanno individuare, sa nascondersi molto bene al sistema immunitario, soprattutto la interleuchina 10, che serve al sistema immunitario per comunicare a tutte le cellule che il nemico è uscito, inganna il sistema immunitario, che crede non sia più presente e quindi trascura la sua presenza, sono presenti quindi sintomi vaghi ed aspecifici che devono essere bene indagati, per non cadere nel suo inganno.
Il virus rimane dentro, una volta entrato, si riattiva periodicamente , il problema consiste nella sua possibilità di creare problematiche importanti, in forma lieve e subdola, come anche le epatiti, insieme al Cytomegalovirus.
Ambedue devono essere ben rintracciati per poter effettuare la terapia per la loro eliminazione, infatti la medicina integrata ha molte possibilità, sia in diagnosi che in terapia, offrendo al medico esami strumentali e molti farmaci che intervengono sul sistema immunitario, il quale deve essere aiutato nel suo compito, di radicazione dei virus.

Saluti Dottor Alberto Moschini

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)



Il profilo di ALBERTO MOSCHINI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti