11/05/13  - Nausea e vomito dopo un breve viaggio in macchina - Stomaco e intestino

11 maggio 2013

Nausea e vomito dopo un breve viaggio in macchina





Domanda del 11 maggio 2013

Domanda: Nausea e vomito dopo un breve viaggio in macchina


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 11 maggio 2013.

Buona sera, sono una ragazza di 25 anni. Vorrei porre un problema che ho avuto di cui non conosco la causa. L'altra sera ero in macchina con il mio ragazzo e dopo un breve viaggio (circa 15minuti), ho incominciato ad avere senso di nausea. Credevo di avere lo stomaco vuoto data l'ora (19:00), così ci siamo fermati a mangiare un boccone. Inizialmente mi sembrava di aver risolto il problema ma, una volta salita in macchina, è iniziato il senso di nausea. Arrivati a casa oltre alla nausea avevo vertigini, tremore alle gambe e oscuramento della vista; così mi sono seduta, ho bevuto dell'acqua e ho chiesto al mio ragazzo di alzarmi le gambe. Facendo ciò le vertigini erano passate, ma la nausea era aumentata tanto che ho vomitato.subito dopo mi sembrava di stare meglio, ma una volta in sono iniziate le vertigini, il tremore alle gambe, pallore al viso, una sensazione di brividi freddi in testa e orecchie e oscuramento della vista. Così mi sono bagnata polsi, collo e fronte con acqua fredda senza molti risultati; solo tenendo la testa bassa ho iniziato a trovare beneficio fino a una graduale stabilizzazione. Con ciò vorrei chiedere cosa possa essermi successo, perché avendo la pressione tendenzialmente bassa, ho già avuto casi di oscuramento di vista, ma per un brevissimo tempo, non così a lungo.
La ringrazio per il tempo dedicarono.
Distinti saluti
Risposta del 13 maggio 2013

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Probabilmente in quei giorni aveva qualche problema allo stomaco, che si è risolto solo dopo avere vomitato. In questi casi, è possibile che dallo stomaco " partano " dei riflessi (che noi chiamiamo riflessi vagali) che possono portare a una specie di svenimento, soprattutto in una persona che ha già la pressione bassa. Così come ha fatto lei, in questi casi bisogna semplicemente sdraiarsi con la testa bassa e aspettare che il disturbo passi.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti