26/03/13  - Nausea, mal di stomaco e pancia persistenti - Stomaco e intestino

26 marzo 2013

Nausea, mal di stomaco e pancia persistenti





Domanda del 26 marzo 2013

Domanda: Nausea, mal di stomaco e pancia persistenti


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 26 marzo 2013.

Buongiorno,
da dicembre 2012 ho iniziato a manifestare sintomi sempre più ricorrenti di dissenteria, nausea e mal di pancia persistente. A metà gennaio arrivando fino a 22 scariche al giorno, mi reco dal medico curante in cui mi prescrive una visita allergologica con relativi esami effettuata il 14 febbraio. Le varie Allergie alimentari risultano negative, così che il medico di base mi dice che potrebbe essere un problema " della mia testa" e non mi prescrive nessuna cura. Alcuni giorni dopo, non notando miglioramenti consistenti, sentendomi sempre stanca, con nausea, Diarrea e lo stomaco spaccato in due, mi reco da un'altro medico che mi prescrive duspatal 2 volte al giorno e esomeprazolo 40mg la mattina. Dopo una settimana devo recarmi nuovamente da questo medico, a cui spiego che i sintomi si stanno alleviando ma noto un maggiore miglioramento soprattutto per lo stomaco la mattina. Il medico allora mi sostituisce l'esomeprazolo con il levobren (una prima di ogni pasto principale per una settimana) attribuendo anche lui questi problemi non a un problema fisico ma ad un problema di stress, Ansia ecc. .. Ma a distanza di 4gg dall'assunzione di questa pastiglia lo stomaco è esattamente come prima di ogni cura! Mi potrebbe dare un consiglio?
Premetto che sin da piccola ho sofferto di mal di pancia a cui non è mai stata diagnosticata una causa, soffro perennemente di emicrania dopo i pasti e quasi dopo ogni pasto ho difficoltà nella digestione indipendentemente dal cibo consumato. ..
La ringrazio
Risposta del 27 marzo 2013

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


E' possibile che alla base dei suoi disturbi vi sia anche una componente psicologica. Ma non bisogna mai trascurare la possibilità di eventuali intolleranze alimentari e di alterazioni della flora batterica intestinale. Purtroppo i vari test di intolleranze alimentari non sono sempre attendibili. E' importante che osservi bene se è intollerante a qualche cibo e lo escluda. Anche se i test per l'intolleranza al glutine sono negativi, provi a fare un ciclo di dieta priva di glutine. Aggiunga cicli con i moderni probiotici e prodtti antimeteorici, come il simeticone. Per la digestione, prosegua la stessa cura.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti