03/11/04  - Neoformazione parete interna labbro - Malattie infettive

03 novembre 2004

Neoformazione parete interna labbro





Domanda del 03 novembre 2004

Domanda: Neoformazione parete interna labbro


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 03 novembre 2004.

Buongiorno, mi chiamo S. e ho 23 anni, da circa un paio di settimane ho notato una "formazione" rotondeggiante sulla mucosa interna del labbro inferiore, quasi davanti al canino sinistro. Tale "formazione" si è progressivamente ingrossata e ora ha un diametro di credo 2 millimetri, e ha una colorazione violacea. Sono fumatrice dall'età di 16 anni e due anni fa ho subito l'asportazione di un surrene a causa di un feocromocitoma surrenalico silente del diametro di 6 cm. Ovviamente mi farò controllare dal mio medico ma vorrei un vostro parere. Di cosa potrebbe trattarsi? Potrebbe essere un tumore? Grazie
Risposta del 10 novembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Le auguro di no, ma mi rendo conto che non è dei miei auguri che va alla ricerca! E' già difficile pronunciarsi su una lesione del genere osservandola direttamente, figurarsi quando venga semplicemente descritta. Il fatto stesso che la lesione tenda ad ingrossarsi richiede certamente il parere del Suo medico che probabilmente La invierà a controllo specialistico, ma che quasi certamente La inviterà a smettere di fumare (a meno che non si sia già stancato di averlo ripetuto inutilmente in più occasioni, in passato!)

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Risposta del 11 novembre 2004

Risposta di ELENA ZINGARO


Il fatto che la colorazione sia violacea potrebbe far pensare ad un piccolo angioma, cioè una neoformazione, in genere benigna, che contiene un gran numero di piccoli vasi. Le consiglio di farsi visitare dal suo dentista di fiducia oppure da uno specialista in patologia orale. In ogni città presso le Cliniche Odontoiatriche Universitarie ci sono validi esperti. Per ciò che riguarda il fumo è sicuramente consigliabile smettere. Auguri

Dott.ssa Elena Zingaro
Odontoiatra
MILANO (MI)



Il profilo di ELENA ZINGARO
Risposta del 24 febbraio 2005

Risposta di ALESSANDRO AHRENS


Confermo che la prima cosa da fare sia smettere di fumare e di sottoporsi ad una visita specialistica. Purtroppo le lesioni del cavo orale non sono di facile classificazione (salvo purtroppo rare eccezioni) pertanto è opportuna una visita specialistica.
Magari, se lo ritiene opportuno, ci faccia partecipi dell'evolversi del caso.



Dott. Alessandro Ahrens
Odontoiatra
NOCCIANO (PE)



Il profilo di ALESSANDRO AHRENS
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti