20/09/08  - Omocisteina elevata - Malattie infettive

20 settembre 2008

Omocisteina elevata





Domanda del 20 settembre 2008

Domanda: Omocisteina elevata


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 20 settembre 2008.

Buongiorno, sono un professionista di 40 anni, mt. 1,63 di altezza, Kg. 65, non fumo, pressione intorno ai 80 minimo-120 massima.

Ho effettuato le analisi del sangue che hanno dato valori del tutto normali (145 colesterolo; glicemia 90; trigliceridi 77) eccetto un valore di omocisteina 58.
Preciso che già nel gennaio 2008 effettuai per la prima volta il controllo dell’omocisteina ( dopo che mio padre, effettuando le analisi dopo un ictus scoprì un valore di 22) che diede un valore di 106.
Il medico curante mi prescrisse acido folico (prefolic e Benexol) e dopo circa quaranta giorni il valore scese a 10.
Così ho sospeso, d’accordo con il medico la cura, ma, come detto, a settembre il valore è nuovamente risalito.
Il medico mi ha detto che devo assumere ormai costantemente acido folico (prefolic e Benexol), spiegandomi che non vi sono controindicazioni.
Chiedo.
Un omicisteina così elevata cosa comporta?
Posso assumere in pratica sempre i medicinali prescritti? Gli stessi non hanno effetti collaterali=?
Vi sono altri elementi che possono far diminuire l’omocisteina?
Vorrei qualche consiglio
Grazie

Risposta del 24 settembre 2008

Risposta di ROBERTO MARIORENZI


Il dato e' in realta abbastanza frequente in europa e dovuto ad una ridotta attivita' enzimatica del MTHFR, che e' un enzima che serve a far si che la omocisteina venga rimetilata a metionina grazie all'intervento della vit. B12. Accanto ad una deficenza enzimatica grave che da gravi problemi, la forma come dicevo piu' comune e' data dlla variante MTHFR C677T (ed in minor misura la 1298) che riduce la attivita' enzimatica dal 50% al 30%. La frequenza genica della mutazione in europa in condizione di eterozigosi e circa del 40-45% della popolazione.L'aumento dei livelli di omocisteina e' considerato un fattore di rischio cardiovascolare.Si consiglia una alimentazione o supplementazione contenente 0,5 mg di ac. folico+ 50 mg di vit. B6+ 1 mg di B12/giornalieri.
Cordiali saluti

Dott. Roberto Mariorenzi
Medicina generale convenz.
Specialista in Neurologia
SABAUDIA (LT)



Il profilo di ROBERTO MARIORENZI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Influenza 2017: riflettori puntati sulla vaccinazione
Malattie infettive
27 novembre 2017
Notizie
Influenza 2017: riflettori puntati sulla vaccinazione
Vaccinazioni obbligatorie: facciamo chiarezza
Malattie infettive
04 settembre 2017
Notizie
Vaccinazioni obbligatorie: facciamo chiarezza