14/01/02  - Osteoporosi - Scheletro e Articolazioni

14 gennaio 2002

Osteoporosi





Domanda del 14 gennaio 2002

Domanda: Osteoporosi


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 14 gennaio 2002.

Vorrei sapere se con una osteoporosi del 60% (ho 56 anni e sono in menopausa, non posso fare la terapia sostitutiva per via di problemi al seno) esistono possibilità di cura e miglioramento. Ho dei problemi alla schiena, delle vertebre schiacciate e non so più ciò che posso o non posso fare (tipo ginnastica, passeggiate o lavori in casa). Vorrei avere qualche indirizzo italiano dove curarmi. Grazie.
Risposta del 23 gennaio 2002

Risposta di VINCENZO ROLLO


i centri di riferimento per la cura dell' Osteoporosi si posono acquisire nelle asl; comunque un farmaco utile per il trattamento delle fratture vertebrali post Menopausa li, specie in donne con problemi al seno, è il raloxifene.Le attività che potrà svolgere sono in relazione a tanti fattori tra i quali il dolore, il peso, ecc: in generale serve dimagrire, non stare molto tempo in auto, fare dell'attività fisica dolce ed evntualmente del nuoto. In casi più seri, dietro consiglio e visita di uno specilaista fisiatra, reumatologo, ecc, potrebbe servire un busto che iperestenda il tronco e degli analgesici. Non dimentichi l'assunzione di calcio con la dieta(latte e derivati)

. VINCENZO LANFRANCO ROLLO



Il profilo di VINCENZO ROLLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
News
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità