02/06/08  - Osteoporosi avanzata - Scheletro e Articolazioni

02 giugno 2008

Osteoporosi avanzata





Domanda del 02 giugno 2008

Domanda: Osteoporosi avanzata


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 02 giugno 2008.

Gent.mi dottori, avrei bisogno di un vostro cortese consulto riguardo la mia patologia, per ora asintomatica, di osteoporosi avanzata. Effettuo la MOC regolarmente da anni, nel 1998 avevo un T-score di – 3,56, nel 2000 di -3,97, nel 2003 di – 4,36, l’ultima MOC lombare nel 2007 di T-score -5,3 e Z-score -4. Assumo Cacit vitamina D3 e per ipercolesterolemia prendo 20 mg. di Liponorm al giorno. Il medico curante mi ha detto che con questi valori dovrei assolutamente integrare l’assunzione di calcio con un bifosfonato e mi ha consigliato quello di terza generazione, cioè l’acido ibandronico Bonviva, in un’unica dose al mese. Sono abbastanza perplessa su questa soluzione che potrebbe avere pesanti effetti collaterali a livello sia gastrico ( da altro consulto potete leggere che sono stata operata di colecistectomia da un anno ed ho ancora qualche disturbo gastrico) che di osteonecrosi, essendo ricorsa in passato ad un mini impianto in implantologia ed in attesa di un altro in autunno. Ho effettuato come controllo annuale le analisi del sangue e sono tutte nella norma, a parte il valore della proteina C reattiva ad alta sensibilità di 0,83, inoltre in passato ho dovuto interrompere dopo quasi due anni la terapia sostitutiva perché mi aveva provocato l’aumento di volume di due miomi sottosierosi che hanno raggiunto le dimensioni di 9 e 5 cm al fondo e al corpo dell’utero. Vi chiedo se la cura con questo tipo di bifosfonato non possa comportare effetti indesiderati e addirittura imprevisti, se ci sono altri tipi di farmaci che posso abbinare con più tranquillità al calcio e alla vitamina D3, anche perché informandomi su questo nuovo prodotto ho letto che l’unico vantaggio rispetto ad altri è la praticità di assunzione mensile, non essendoci studi clinici sicuri che ne attestino la maggiore efficacia e tollerabilità. Vi chiedo anche se è proprio necessaria l’associazione di bifosfonati. RingraziandoVi per la Vs. disponibilità invio cordiali saluti Anna
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
News
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità