15/07/04  - Paura del vento .. - Mente e cervello

15 luglio 2004

Paura del vento ..





Domanda del 15 luglio 2004

Domanda: Paura del vento ..


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 15 luglio 2004.

ma perche' di notte quando dormo basta anche il piu' piccolo soffio di vento che si sente passare fra le persiane per fami venire un'ansia che nn mi fa chiudere occhio!? d'inverno ho provato con camomilla melatonina ma niente .. poi magari guardo fuori e vedo che c'e' poco vento ma quel fischiettio mi fa pensare che fuori stesse succedento chissa' che ... anche di giorno ho questa fobia (nn solo dei fischi ) ma proprio del vento (come se ho paura che mi vola la casa o qlc altro ..) che posso fare? (19anni m)
Risposta del 19 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Questa è una di quelle domande per cui ci vorrebbe la sfera di cristallo, altro che una laurea ... :-)
La consolerà sapere che nel repertorio omeopatico essere infastiditi dal vento è un sintomo specifico di alcuni rimedi importanti.
Noi umani ci portiamo un bagaglio molto ingombrante, ed è un bagaglio psichico, fatto di tutto quello che i nostri antenati, al tempo delle caverne, si sono accumulati mentre prendevano coscienza di esistere (scherzando e parafrasando, potrei dirle: tutta la fase prima dell'arrivo del megalito nero, l'anomalia Tycho I) (e se non ha letto "2001 Odissea nello spazio" di Clarke e Kubrik le consiglio vivamente di procurarselo).
I suoni della natura, potenti e irrefrenabili, con leggi tutte loro, con la loro incontrollabilità, hanno da sempre impaurito l'essere umano, per la loro sordità nei confronti delle nostre emozioni.
Eppure in alcune forme di spiritualità il vento e le acque sono stati proprio i latori di messaggi importanti. E' necessario scoprire ciò che vogliono dire. O lei tappa tutte le fessure, compresa quella da cui escono le sue domande, oppure deve mettersi a cercare. L'età è quella giusta. L'idea che la natura (o la vita, nel suo misterioso modo di camminare camminare) possa rovesciare la nostra situazione è una paura con cui facciamo i conti quotidianamente. Si tratta di andare oltre questo.
E qui ci fermiamo, giovane cercatore. Vada avanti un po' da solo. Io l'aspetto qui.
Un caro saluto, e in bocca al lupo.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio