11/10/04  - Piastrinopenia - Malattie infettive

11 ottobre 2004

Piastrinopenia





Domanda del 11 ottobre 2004

Domanda: Piastrinopenia


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 11 ottobre 2004.

dopo aver fatto delle analisi del sangue il medico si è reso conto che le piastrine sono basse. sono in cura da un ematologo da ormai sette mesi e i valori continuano a scendere senza aver individuato la causa. ora sono a 22000 e da una settimana ho cominciato il cortisone ma sono ancora a quel livello. Che mi consiglia di fare?
Risposta del 14 ottobre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Se un soggetto non ha perdite di sangue in atto, non presenta ematomi diffusi a tutto il corpo o "piccole macchie" diffuse (sempre dovute a perdite di sangue) che si chiamano petecchie, con 22000 piastrine non si verificheranno problemi seri e non occorreranno neanche le trasfusioni di piastrine. Se i valori dovessero ulteriormente abbassarsi vedrà che lo specialista saprà indicarLe come far fronte alla situazione. Il consiglio è quello di affidarsi con più fiducia all'ematologo che la segue perchè è lo specialista giusto per il Suo problema.

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Risposta del 27 ottobre 2004

Risposta di GRAZIA SANPAOLO


Non è sempre possibile individuare la causa del calo piastrinico,come certamente le avrà spiegato l'ematologo che l'ha in cura. A volte il midollo osseo smette di funzionare come un tempo e riduce la produzione delle cellule del sangue. Possono così presentarsi l' Anemia ,la piastrinopenia ed il calo dei globuli bianchi.In altri casi il proprio sistema immunitario riconosce come "estranee" le proprie piastrine ed inizia a distruggerle come se fossero virus o batteri da cui difendersi.La causa di ciò spesso rimane sconosciuta.In questi casi il cortisone è un ottimo presidio terapeutico ed in genere la conta piastrinica sale fino a valori più accettabili.La terapia però è lunga e a dosaggi elevati .
Non deve perciò scoraggiarsi se non ha ancora risolto il suo problema.
Se il cortisone dovesse fallire esistono comunque numerosi altri tentativi da fare.

Dott.ssa Grazia Sanpaolo
Medico Ospedaliero



Il profilo di GRAZIA SANPAOLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti