15/10/00  - Pneumotorace spontaneo - Cuore circolazione e malattie del sangue

15 ottobre 2000

Pneumotorace spontaneo




Domanda del 15 ottobre 2000

Domanda


Caro dottore,sono stato "vittima" per la seconda volta di un fastidioso
pneumotorace spontaneo che si è risolto senza alcun intervento chirurgico ma
semplicemente tramite drenaggio.
Mi è stato detto dal personale ospedaliero che,dopo
la cicatrizzazione della ferita,posso riprendere le normali attività che
svolgevo precedentemente (incluse le immersioni,la palestra intensiva e i
voli in aereo).
Quanto di vero c'è in tutto ciò?
Cosa devo evitare di fare per cercare di limitare al massimo l'insorgere
di un nuovo pneumotorace?
Mi scuso per essermi dilungato



Risposta del 18 ottobre 2000

Risposta di CARLO RANDO


Un secondo pneumotorace spontaneo merita di essere valutato con attenzione al fine di verificare la causa o le precondizioni favorenti. E' possibile che lei possa riprendere tutte le sue attività, ma con la valutazione attenta dei medici dello sport specifici per ogni attività che intende svolgere: saranno in grado di darle possibilità e limiti delle attività sulla base della diagnosi definititva della causa di pneumotorace

Dott. CARLO RANDO
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di CARLO RANDO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue



Potrebbe interessarti
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Cuore circolazione e malattie del sangue
27 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
La cellulite
Cuore circolazione e malattie del sangue
04 giugno 2018
Patologie
La cellulite