25/02/08  - Possibili effetti collaterali - Alimentazione

25 febbraio 2008

Possibili effetti collaterali




Domanda del 25 febbraio 2008

Domanda


il medico dopo aver sospeso, per ovvie ragioni, una cura a bsae di fendimetrazina e clorazepato bipotassio, mi ha dato benfluorex e bupropione.
La prima cura, che comunque non voglio più seguire, non mi ha mai dato alcun effetto collaterale.
Benfluorex e bupropione li assumo da circa 3 settimane (2cp 3v al giorno).
Non ho mai avuto nessun problema e, sebbene meno forti degli anoressizzanti, mi sembra che abbiano dato relativi risultati (anche considerando il poco tempo trascorso), ma soprattutto no hanno levato la fame in modo totale e mi hanno permesso di mangiare bene ed in modo regolare, controllando le cosiddette "fami nervose".
Qualche giorno fa, dopo un'attività sportiva (allenamento di pugilato) ho sentito "il cuore in gola" per quasi venti minuti (faccio questo sport da anni,...e l'ho sempre fatto senza problemi anche quando prendevo la fendimetrazina).
Non ho pensato che potesse essere la terapia.
Ieri, dopo aver passato 2 giorni in montagna a 3000 metri, una volta tornata a casa, mi sono sentita quasi svenire (forse dire svenire mi sembra eccessivo, ma la sensazione è stata simile a quella che si avverte prima di svenire) e mi sono sdraiata, sudando.
Ovviamente non sono svenuta e non ho avuto altri problemi, se non che mi sentivo quasi come se avessi la tachicardia (ma più che altro direi una sensazione di "nodo in gola", differente però da quella avuta - con battito accelerato - dopo l'attività sportiva), sensazioni che sono durate anche durante la notte.
Adesso sento ancora questa specie di nodo in gola.
Non credo di essere tachicardica perche ho i battiti tra 72 e 76, mentre la pressione (che ho sempre avuto piuttosto bassa) si aggira tra i 70 e i 120.
Il mio medico, consultato prima di assumere i farmaci per avere comunque un parere esterno ed imparziale, mi aveva detto che potevo tranquillamente seguire questa ed oggi, interpellato nuovamente per sicurezza mi ha detto che potrebbe anche essere un effetto della cura.
Devo aggiungere che non si è mostrato affatto preoccupato e mi ha detto semplicemente di provare a ridurre per qualche periodo la dose da 3 a 2 cp al giorno.
Quello che vorrei sapere è se questi effetti potrebbero essere dati dalle medicine, o se la concomitanza di i fattori ecircostanze potrebbe invece aver causato questi problemi/sensazioni.Già un'altra volta, anni fa, avevo avuto questa sensazione di "nodo in gola" ma era un periodo di forte stress e la causa si è poi scoperto essere proprio lo stress.
Anche in questo periodo ho subito forti stress emotivi, specialmente nei mesi passati, ma adesso sebbene ci siano degli "strascichi" di un anno molto pesante, non mi sento agitata per qualcosa di specifico.
Mi scuso per essere stata così prolissa, ma volevo dare più dettagli possibili.

La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Alimentazione



Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso