15/07/04  - Potenziali evocati motori e ipotensione - Malattie infettive

15 luglio 2004

Potenziali evocati motori e ipotensione




Domanda del 15 luglio 2004

Domanda


Spett Dott Cardiologo e /o Neurologo, 3 mesi fa mi sono sottoposta ad un esame: PEM (potenziali evocati motori ai 4 arti con stimolazione magnetica transcranica) per sospetta sclerosi multipla. L'esame è stato praticato (da un tecnico giovanissimo) con una specie di piastra poggiata dapprima sulla testa, poi sul collo ed infine sulla schiena. 2 elettrodi erano posti alla caviglia ed al polso. la piastra inviava "scosse" forti avvertite da me alla testa, ad ogni scossa seguiva un sussulto in tutto il corpo- per pochi secondi- e un senso di malessere. In tutto l'esame è durato 7/8 minuti, mi hanno dato 5 scosse in totale (mi avevano detto all'Aism che l'esame solitamente dura circa un' ora, le scosse non sono intense,e non sono isolate, ma ininterrotte per l'intera durata dell'esame- non cioè scosse isolate come è successo per me-) Tra l'altrostranamente non mi hanno neppure consegnato il tracciato, ma solo il referto scritto (l'esito è fortunatam negativo) i precedenti potenz evoc somatosensoriali invece erano alterati. Da allora (2 mesi) la mia pressione arteriosa, già piuttosto bassa è scesa ulteriormente e non è mai piu' tornata come prima: ora è 60-65/ 90-95. Quando ho fatto i PEM non faceva caldo, (e nemmeno ora è un estate calda) quindi tale ipotensione non credo fosse/sia da ricondurre alla temperatura esterna ! . Spero sia solo una coincidenza. Chiedevo: questo esame (specie se se non eseguito perfettamente) può lasciare conseguenze negative per la pressione o puo' in qualche modo danneggiare il cuore, il cervello o i recettori della pressione? si tratta di "scosse" (stimolazioni) magnetiche o elettro-magnetiche? PS Sul referto c'è scritto che hanno inviato stimolaz alla corteccia cerebrale di 7 e 8 mv Preciso che, solitamente, non sono una persona impressionabile o che somatizza i disturbi Ringraziamenti Cordiali saluti Yasmine K.
Risposta del 20 settembre 2004

Risposta di ALESSANDRO FORNI


Attualmente non sono a conoscenza di dimostrazioni scentifiche che un tale passaggio di corrente (scosse)provochi danni cerebrali e/o alla pressione. Di campi elettro-magnetici siamo circondati quotidianamente.

Dott. Alessandro Forni
Odontoiatra
BOLOGNA (BO)



Il profilo di ALESSANDRO FORNI
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Influenza 2017: riflettori puntati sulla vaccinazione
Malattie infettive
27 novembre 2017
Notizie
Influenza 2017: riflettori puntati sulla vaccinazione
Vaccinazioni obbligatorie: facciamo chiarezza
Malattie infettive
04 settembre 2017
Notizie
Vaccinazioni obbligatorie: facciamo chiarezza