18/06/04  - Problema erezione prima volta e...... - Mente e cervello

18 giugno 2004

Problema erezione prima volta e......





Domanda del 18 giugno 2004

Domanda: Problema erezione prima volta e......


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 18 giugno 2004.

Mi chiamo Nicola, ho 32 anni Da circa 22 mesi ho interrotto una relazione che è durata per 6 anni, durante i quali ho avuto rapporti solo con la mia ragazza, ed andava tutto bene,(anzi secondo me benissimo) escluso le prime volte nelle quali non riuscivo ad avere un'erezione, attribuivo tale problema al fatto che in quel periodo facevo uso di droghe (sono più di 6 anni che non ne uso). Circa 12 mesi fa ho conosciuto una ragazza, ed ho avuto lo stesso problema: le prime volte che abbiamo provato ad avere dei rapporti completi è stato un fallimento "completo", poi all'improvviso, senza un motivo evidente è andato tutto bene, anzi, molto bene. Anche con questa ragazza è finita. Alla fine del mese di settembre mi è capitato con un'amica di vecchia data, all'improvviso ci siamo baciati, e abbiamo provato ad avere un rapporto, non ci sono riuscito! Questa volta dopo numerosi tentativi non sono riuscito ad avere un'erezione, stavo sempre più male e quindi mi sono rivolto ad un andrologo. Mi sono sottoposto a numerosi controlli, e la diagnosi è stata che non ho nessun problema "fisico", mi ha solo consigliato di non fumare (l'ho fatto) e di prendere il viagra 50mg il primo rapporto, 1/2 pillola il secondo e di non prenderlo il terzo. Con il viagra non ho provato perché all'inizio non volevo prendere una sostanza per avere un rapporto sessuale per paura di diventarne dipendente psicologicamente. Quando mi sono convinto a provare, con la mia amica non ci sono state più occasioni. Agli inizi di marzo ho avuto un rapporto con la mia ex, quella della storia di sei anni, ho preso il viagra ed è andato tutto bene.Ho riprovato dopo qualche settimana senza prendere nulla e non sono riuscito. Dopo ho riprovato con 25 mg di viagra ed è andato tutto benissimo, poi con 12.5 mg (ho diviso la compressa da 50mg in quattro parti) ed è andato tutto bene. Ora sto molto ma molto male, secondo me mi sta venendo una bella depressione e mi sento anche molto ansioso perché ho paura che senza il viagra nn riesca ad avere un rapporto. Voi che ne pensate? Purtroppo vivo in un piccolo centro e non mi è facile avere una consulenza con un sessuologo, dovrei fare molta strada e non posso per motivi di lavoro, non esiste un tipo di consulenza alternativa? Io non ce la faccio più, e la cosa più bella sapete quale è? Che in questo periodo sono pieno di donne, molto belle e anche molto più giovani di me, ma rovino ogni rapporto! Grazie.
Risposta del 21 giugno 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Per l'amor del cielo, butti via le pastiglie.
Il sesso è un gioco, e se le sue belle signorine non lo sanno le lasci a casa a ricamare.
C'è troppa Ansia .
Terapia: clima disteso, nessuna NECESSITà di dimostrare nulla, desiderio di abbracciarsi e impari a chiedere quello che le fa piacere senza stressare né se stesso né la sua compagna.
Poi, se vorrà imbarcarsi in una serie di confronti con uno psicoterapeuta MASCHIO, sicuramente imparerà qualcosa di più. Ce ne sono che lavorano anche il sabato, comunque.
In bocca al lupo. Ci faccia sapere.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio