21/11/04  - Problemi di memoria e nella parola - Mente e cervello

21 novembre 2004

Problemi di memoria e nella parola





Domanda del 21 novembre 2004

Domanda: Problemi di memoria e nella parola


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 21 novembre 2004.

Spett. Dottore/ssa Sono un ragazzo di 25 anni, svolgo un lavoro in un'ufficio e posso dire che la mia vita tutto sommato è abbastanza tranquilla. Ormai da tempo convivo con un problema di memoria; tutti intorno a me dicono che sono solo un pò distratto, ma la cosa diventa ogni giorno più fastidiosa e preoccupante. Spesso mentre parlo perdo il filo del discorso; mentre altre volte quando ho un concetto in mente non riesco ad esprimerlo come l'avevo pensato trovando difficoltà nel rendermi chiaro. (Mi capita solo nel parlare ma non nello scrivere); oppure per dire in fretta una frase che altrimenti avrei paura di dimenticare, mi "mangio le parole. Si presenta a volte uno strano intorpidimento in testa, più precisamente nella zona della fronte, come se il mio cervello fosse avvolto da cotone e le pratiche giornaliere si svolgono in automatico, ma senza ragionarci più di tanto e svolgere le mie attività risulta veramente difficile. Ora, vi chiederete perchè chiedo un vostro consiglio? La ragione è semplice: Non sò a chi rivolgermi e la cosa mi spaventa ogni giorno di più. Ho provato a parlarne con il mio medico curante,(anche se non in modo dettagliato), ma l'unico aiuto che mi ha dato, sono state pillole per la concentrazione (fallite direi). Vorrei ringraziarvi anticipatamente per ogni vostro consiglio; chiedendovi se possibile una risposta privata. Cordiali Saluti
Risposta del 24 novembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Non abbiamo la possibilità di darle una risposta privata. Il problema che lei accusa è con molta probabilità di origine psicologica.
Può provare a effettuare una visita da un neurologo, che può controllare che nel suo sistema nervoso, inteso in senso puramente anatomico, non vi siano problemi, dopo di che si rivolga a uno psicoterapeuta.
Se neurologicamente non c'è nulla (e non credo ci sia nulla), allora è necessario che lei indaghi su questa opera di rimozione che si sta facendo strada.
Se lo desidera ci riscriva. Un caro saluto.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio