14/07/04  - Problemi vari ma sono collegati? - Stomaco e intestino

14 luglio 2004

Problemi vari ma sono collegati?





Domanda del 14 luglio 2004

Domanda: Problemi vari ma sono collegati?


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 14 luglio 2004.

Egregio dottore, ho 30 anni e da circa 8 anni soffro di amenorrea secondaria causata da una forma di anoressia nervosa che limitava la mia alimentazione ad grandi quantità di frutta e verdura totalmente scondita, escludendo totalmente proteine, zuccheri e carboidrati. Da un paio di anni, sostenuta dall'affetto dei miei famigliari, ho ripresso ad alimentarmi con maggiore regolarità e ho cominciato a riquistare peso, anche se la vita estremamente movimentata che ora conduco contribuisce ha manternermi decisamente ancora troppo magra. Il problema è legato, penso, al fatto che sono un tipo particolarmente nervoso e mi agito facilmente. Dal giugno 2003 sono iniziate una serie di avvenimenti molto dolorosi che hanno mi hanno coinvolto e in sequenza ho sofferto di herpes zoster e di stipsi periodica. Da qualche mese la mia ginecologa visti i dosaggi ormonali, con un dosaggio di estrogeni ancora bassino, mi ha prescritto un ciclo trimestrale a base di Clomid per stimolare la mia ipofisi che risulta ancora "addormentata" dopo il periodo di anoressia. Più o meno dallo stesso periodo il problema della stipsi è decisamente peggiorato, anche se consumo molta frutta e verdura (condita) carboidrati e bevo molta acqua. Riesco ad andare al bagno ogni due o tre giorni e con emissione di feci dure e presenza di muco, soffro di meteorismo, mi sento sempre gonfia e con la sensazione di non essermi svuotata completamente. Questo fastidioso problema è aggravato dal fatto che per uno sforzo eccessivo mi è uscita un'ernia iatale sx e il ponzamento necessario ad evacuare mi causa decisi fastidi. Avverto inoltre fitte sulla dx dell'addome. A questo disastroso quadro devo aggiungere che ogni tanto, quando mangio un pochino di più il mio fegato fà i capricci e ho necessità di un iniezione di Tad 600. Aggiungo che anche da piccolo sono sempre stata un pò stitica e intorno agli 11 anni mi fu diagniosticata la sindrome del colon irritabile, di cui peraltro soffre mia madre, mia sorella e ha sofferto la mia nonna materna (con una stipsi ostinata). Giunta a questo punto vorrei trovare una soluzione anche perchè ha causa di patologie tumorali presenti nella mia famiglia, non inerenti la parte addominale (melano maligno ; cancro alla prostata), mi sono anche un pò suggestionata e devo dire che ho un pochino di paura. Insomma cosa posso fare? E sopratutto posso curarmi evitando quelle orrende analisi come la colonscopia o il clisma opaco? Vi prego rispondete. Grazie anticipatamente
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Stomaco e intestino
28 settembre 2017
News
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Stomaco e intestino
15 settembre 2017
Focus
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Fusilli di kamut in crema di basilico e dadolata “caprese”
Stomaco e intestino
11 agosto 2017
Le ricette della salute
Fusilli di kamut in crema di basilico e dadolata “caprese”