30/09/04  - Prostatite - Salute maschile

30 settembre 2004

Prostatite





Domanda del 30 settembre 2004

Domanda: Prostatite


Domanda di Salute maschile, inviata in data 30 settembre 2004.

mio figlio ha 23 anni, da quasi un anno ha un'infiammazione alla prostata,a nulla sono servite le cure antibiotiche,continua ad accusare il solito breve doloretto dopo le minzioni.L'esame antibiogramma liqu. seminale evidenzia numerose colonie di enterococcus faecalis e staphylococcus aureus resistenti finora.L'ecotomografia prostatica trans-rettale ha riportato:porzione centrale della ghiandola occupata da una piccola formazione fibroadenomatosa ad ecostruttura omogenea, labbro posteriore del collo vescicale irregolare per la presenza di alcune frange iperecogene(edema?), il resto nella norma.L'Urologo ha richiesto inoltre il test di Stamey e quello per la clamidya (in attesa di risultati). Le domande sono: esiste un cura antibiotica più mirata? E' vero che l'enterococcus faecalis ha origini intestinali e pertanto ,insieme all'assunzione di vitamine, è necessario seguire una dieta priva di latticini condimenti legumi spezie e alcune verdure?Premetto che il ragazzo è vegetariano. L aformazione fibroadenomatosa è preoccupante? Grazie e distinti saluti. Rosa
Risposta del 04 ottobre 2004

Risposta di GIOVANNI BERETTA


Oltre alla dieta ricca di fibbre è importante uno stile di vita complessivo teso ad ostacolare le recidive (bere acqua in abbondanza , evitare la stipsi, curare eventauli patologie intestinali, ecc). Un altro esame importante ,insieme al test di Stamey, è l'uroflussogramma registrato che permette di valutare come urina suo figlio . Con questi esami consulti di nuovo il suo urologo.





Dott. giovanni beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata




Il profilo di GIOVANNI BERETTA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute maschile



Potrebbe interessarti