23/02/08  - PSA e PSA FREE - Salute maschile

23 febbraio 2008

PSA e PSA FREE




Domanda del 23 febbraio 2008

Domanda


Ho 43 anni, sono alto 181 cm e peso circa 73 kg. Assumo da 1 anno Eurirox per tiroidite di Hashimoto diagnosticata fin da ottobre 2005, con attuali valori tiroidei regolari (TSH 1,10) e assenza di noduli. A seguito di ricorrenti cistiti frequenti nel periodo estivo in cui ero solito nuotare molto nel tardo pomeriggio e nel periodo invernale se mi esponevo a lungo al freddo, mi è stato diagnosticato 4 anni fa un precoce ingrossamento della ghiandola prostatica (44 cc), anche se "di grado moderato", e la "presenza di alcune microcalcificazioni parauretrli e di un piccolo adenoma centrale bilobato. A norma le vescicole seminali". Spesso avverto una sensazione di peso all'inizio della minzione. Gli ultimi esami strumentali, di pochi giorni fa, confermano la suddetta situazione. Ho seguito nel 2006 una forte terapia antibiotica a seguito di analisi ed antibiogramma del liquido seminale. Dopo la cura, per me molto spossante, il primario non ha ritenuto utile, dati gli effetti collaterali, né ripeterla, né sottopormi a nuovo esame del liquido seminale. La cosa parrà strana, ma non ho mai avuto rapporti sessuali in vita mia di alcun genere. Quanto agli esami di laboratorio, dal 2005 ad oggi si nota un incremento del PSA, gradualmente passato da 1,02 a 2,01. Il PSA FREE è passato da 0,39 del 2005 allo 0,86 di oggi. Il rapporto tra PSA TOT. e PSA FREE è passato dal 38,2 per cento del 2005 al 42,78 per cento di oggi. Devo preoccuparmi? Assumo integratori erboristici di the verde (CATEG) e di Serenoa Repens, Ortica, Uva Ursina, Semi di Zucca (PROST-ERBE). Nel settembre 2005 ho subito un intervento di meatotomia in quanto, affetto da ipospadia balanica, presentavo un meato piccolissimo e praticamente invisibile, con conseguente minzione filiforme. Ora lo svuotamento della vescica è molto più rapido. Nel 2000, a causa di ernia inguinale dx, mi è stata applicata una piccola protesi di contenimento che mi comprime fastidiosamente il dotto spermatico dx con violento dolore all'inguine dx al momento dell'eiaculazione. Il dolore, però, si presenta solo se le eiaculazioni avvengono a una certa distanza di tempo l'una dall'altra (es. 3 settimane). Non so che pensare. Chiedo gentilmente una Vs. risposta per la quale anticipatamente ringrazio.
Risposta del 25 febbraio 2008

Risposta di GIOVANNI BERETTA



Gentile lettore,
quadri clinici particolari e complessi come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta . A questo punto consulti il suo medico di medicina generale che, esaminato in prima istanza il suo problema specifico , potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso un più mirata valutazione specialistica andrologica.
Un cordiale saluto.



Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)



Il profilo di GIOVANNI BERETTA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
La procreazione assistita è anche una scelta socio-culturale
Salute maschile
16 ottobre 2017
Notizie e aggiornamenti
La procreazione assistita è anche una scelta socio-culturale