18/04/15  - Rachide cervicale (traduzione da linguaggio medico a paziente) - Scheletro e Articolazioni

18 aprile 2015

Rachide cervicale (traduzione da linguaggio medico a paziente)




Domanda del 18 aprile 2015

Domanda


Buonasera, ho appena ritirato il referto della tac fatta per dolori lancinanti a spalla dx e collo; questo è il responso:

Sequenze:
GE T2*w sul piano assiale
SE T1w sul piano sagittale

Referto:
Iniziali irregolarità spondilosiche somatiche ed alterazioni artrosiche uncali ed interapofisarie a carico dei metameri vertebrali cervicali.
Conservato l'allineamento posteriore dei soma.
Tenue riduzione del segnale, nelle sequenze T2/T2*w, di tutti i dischi intersomatici esplorati, da riferire ad iniziale processo degenerativo di tipo condrosico; concomita: al livello C3-C4, lieve protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale, con sfumata riduzione d'ampiezza dello spazio subaracnoideo anteriore;
al livello C5-C6, protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale, più estesa a destra ed a parziale impegno intraforaminale omolaterale, con riduzione d'ampiezza dello spazio subaracnoideo anteriore.
Canale neurale di ampiezza nei limiti.
Assenza di alterazioni di segnale a carico del midollo spinale nel tratto esplorato.
Rettilineizzata la fisiologica lordosi.

Chiedo gentilmente una valutazione comprensibile, grazie

Giovanna D.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Scheletro e articolazioni
07 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?